Breath test

Che cos’è il Breath test?

Il Breath test o “test del respiro”, è un test non invasivo utilizzato per valutare l’intolleranza al lattosio, il tempo di transito intestinale ed una eventuale anomala colonizzazione di batteri nell’intestino. 

Vi sono diversi tipi di Breath test: al lattosio, al lattulosio e al glucosio. 

Il Breath test al lattosio è utile per verificare se si è intolleranti al latte ed ai suoi derivati, come i latticini freschi. 

Il Breath test al lattulosio determina il tempo di transito dell’intestino ed è indicato per chi soffre di alitosi, coliche addominali, digestione lenta, gonfiore, meteorismo e stipsi. 

Il Breath test al glucosio, infine, determina un’eventuale colonizzazione batterica anomala; è pertanto consigliato ai pazienti che lamentano disturbi come crampi addominali, diarrea, digestione lenta, discomfort addominale e gonfiore.

A che cosa serve il Breath test?

Il Breath test permette di determinare alterazioni del sistema gastroenterico ed è rivolto a coloro che cercano una risposta a sintomi spesso difficili da interpretare come l’aria nella pancia che stenta a passare, la diarrea, la digestione “cattiva” o lenta, il gonfiore, la stipsi, la flatulenza o le continue eruttazioni.

Come si svolge il Breath test?

Il test, effettuato soffiando in un tubicino, consiste nella raccolta di campioni di aria espirata, prima e dopo aver bevuto, ad esempio, un bicchiere di lattosio. 

Sono previste norme di preparazione?

Non è necessaria una specifica preparazione, ma devono essere seguiti alcuni accorgimenti: 

  • nei 30 giorni precedenti l’esame evitare l’uso di antibiotici e lassativi;
  • nei 15 giorni precedenti è sconsigliato l’uso di fermenti lattici e yogurt (probiotici);
  • nelle 12 ore precedenti l’esame evitare di utilizzare farmaci non essenziali; mentre il giorno dell’esame si possono assumere farmaci “salvavita”, come quelli per pressione e cuore.