Prick test

Che cos’è il prick test?

Il prick test è un esame utile alla diagnosi di allergie respiratorie e allergie alimentari. Per l’esecuzione del prick test si impiegano estratti allergenici conservati in flaconcini e in ognuno di essi, è contenuta una soluzione con un solo allergene.

A che cosa serve  il prick test?

Il prick test è impiegato per indagare la causa di un’allergia respiratoria (ad esempio a pollini, peli d'animale, acari della polvere) o di un’allergia ad alcuni alimenti.

Per ciò che concerne il disturbo allergico respiratorio, si prescrive il prick test ai pazienti che denunciano oculorinite e asma (stagionali o perenni) o per i soggetti che sospettino una qualche causa allergica non ancora nota. Si riconosce al prick test un'elevata attendibilità dei risultati.

Il prick test è indicato qualora si sospettasse un’allergia ad alimenti con annesse manifestazioni sintomatiche, quali prurito e bolle all'interno del cavo orale, orticaria, angioedema, asma, oculorinite, disturbi gastrointestinali, edema della glottide, shock anafilattico.

Il prick test è parte integrante, nonchè fase iniziale, per una corretta e completa diagnosi allergica.

Sono previste norme di preparazione?

Affinchè il prick test abbia una buona riuscita, è necessario provvedere alla sospensione di cure antistaminiche già nei  6 giorni precedenti il test.

Chi può effettuare  il prick test?

Il prick test è innocuo e può essere effettuato da pazienti di qualunque età e in qualsiasi periodo dell’anno.

Il prick test è doloroso o pericoloso?

L’esame non comporta nè dolore nè pericolo.

Come si esegue il prick test?

Il prick test prevede che la cute venga leggermente punta e successivamente posta a contatto con un allergene. L’esito dell’esame sarà positivo se, in pochi minuti dall’applicazione della sostanza allergenica, si manifesterà un lieve rigonfiamento sulla pelle ed un leggero prurito (al pari di una puntura di insetto).