Radiografia del ginocchio


Che cos’è la radiografia del ginocchio?

Tramite la radiografia del ginocchio (o Rx del ginocchio) è possibile attraversare il corpo umano ed imprimere, in modo fotografico e su pellicola, i raggi X. A seguito di questo esame si acquisisce un’immagine che evidenzia in modo diverso ossa e scheletro, rispetto ai tessuti molli quali muscoli e pelle, questo perché le ossa sono strutture di consistenza compatta e compaiono nette in confronto agli altri tessuti. Ad oggi le tecniche di Rx sono in grado di produrre immagini digitali che vengono scannerizzate (computed radiography) o successivamente elaborate mediante un rilevatore (digital radiography). Ancora oggi, nel parlare comune, si parla ancora di “lastra”, ma i risultati ormai vengono consegnati direttamente al paziente in formato digitale, di norma di CD o DVD.

A che cosa serve la radiografia del ginocchio?

L’Rx del ginocchio è considerato un esame semplice e sicuro e viene eseguito:

  • Per valutare una frattura, prodotta da traumi o causata da una debolezza dell'osso dovuta a lesioni già esistenti o ad osteoporosi.
  • Per accertare lussazione.
  • Per diagnosticare malformazioni congenite, presenti dalla nascita come l'assenza della rotula.
  • Per monitorare alterazioni e deformazioni, come ad esempio ginocchio varo o valgo.
  • Per valutare la guarigione dell'osso in seguito a una frattura (in modo  evidenziare la formazione del callo osseo), o dopo interventi chirurgici che interessano le ossa come protesi, mezzi di sintesi, chiodi, etc.
  • Per escludere o controllare la presenza di patologie di natura tumorale come ad esempio lesioni focali benigne o maligne.
  • Prima di un intervento chirurgico ad esempio per un impianto protesico, e per controllarne gli effetti nel tempo.
  • Nel caso di processi degenerativi come l'artrosi, che danno dolore cronico o problemi al movimento.
  • Nel caso di processi infiammatori, come l'artrite o infettivi come l'osteomielite.
  • Per studiare le calcificazioni dei tessuti molli peri-scheletrici che a volte stanno ad indicare patologie tendinee.

Sono previste norme di preparazione per la radiografia del ginocchio?

Per sottoporsi all’Rx del ginocchio non è prevista nessuna preparazione specifica

Chi può effettuare la radiografia del ginocchio?

L’esame radiografico al ginocchio è controindicato solo per le donne in stato di gravidanza.

La radiografia del ginocchio del ginocchio è dolorosa o pericolosa?

Gli effetti che le radiazioni producono sull’organismo ormai sono ben conosciuti. Inoltre, i potenziali rischi, la dose di radiazioni usata ad oggi ed il tempo di esposizione si sono ridotti apportando un grande vantaggio per il paziente. La diminuzione dei rischi si deve anche alle nuove apparecchiature digitali e alle nuove procedure di schermatura usate per proteggere le parti dell’organismo più sensibili alle radiazioni. Non vi sono rischi di reazioni allergiche perché quest’esame non impiega mezzo di contrasto. Di per sé l’esame è considerato semplice, non invasivo e sicuro.

Come funziona la radiografia del ginocchio?

La radiografia del ginocchio di norma ha una durata di circa 5 minuti anche se potrebbero essere richiesti tempi più lunghi nei casi di esami più complicati o quando è opportuno ottenere molteplici immagini. L’esame si svolge all’interno di una saletta protetta dove il paziente e l’area da esaminare vengono posizionati in corrispondenza del macchinario. Se possibile l’esame deve essere eseguito anche “sotto carico”, ovvero con il paziente che si trova in piedi. Finito l’esame il paziente potrà tornare subito alla sua abitazione: non c’è bisogno che debba essere accompagnato