Che cosa sono le giuggiole?

Le giuggiole sono i frutti della pianta il cui nome scientifico è Ziziphus jujuba, specie appartenente alla famiglia delle Rhamnaceae. Originarie della Cina, queste vengono coltivate oggigiorno anche in Corea, in Giappone e nel Medio Oriente.

Quali sono le proprietà nutrizionali delle giuggiole?

100 g di giuggiole fresche apportano circa 79  (settantanove) Calorie e:

    0,48 mg di ferro

    0,084 mg di manganese

    0,073 mg di rame

    0,05 mg di zinco

    1,2 g di proteine

    0,20 g di lipidi

    20,53 g di carboidrati

    fibra alimentare

    69 mg di vitamina C

    0,900 mg di niacina

    0,081 mg di piridossina

    0,040 mg di riboflavina

    0,020 mg di tiamina

    40 UI di vitamina A

    250 mg di potassio

    23 mg di fosforo

    21 mg di calcio

    10 mg di magnesio

    3 mg di sodio

Le giuggiole sono fonti di tannini. In 100 grammi di frutto fresco sono presenti circa 3,2 mg di catechina e 1,3 mg di quercetina.

Quando non è consigliato mangiare le giuggiole?

Le giuggiole potrebbero interferire con la venlafaxina, un farmaco antidepressivo.

Stagionalità delle giuggiole

L'albero delle giuggiole matura i suoi frutti entro il mese di luglio.

Possibili benefici e controindicazioni delle giuggiole

Le giuggiole, essiccate o ridotte in polvere, vengono utilizzate nella medicina tradizionale cinese per alleviare nervosismo, ansia e insonnia, prevenire le infezioni e migliorare l’attività della funzione digestiva. Ciò che è certo, è che questi frutti sono fonti di nutrienti essenziali per il corretto sviluppo e per il benessere generale dell'organismo. Le loro fibre aiutano infatti a proteggere la salute intestinale; e l'apporto di vitamina C associato al loro consumo corrisponde a un incremento di potere antiossidante. Non solo: la vitamina C è importante anche per la sintesi del collagene, e aiuta il processo di guarigione delle ferite. Il calcio è importante invece per la salute di ossa e denti, per la contrazione dei muscoli, per la coagulazione del sangue e per la trasmissione dell'impulso nervoso; il ferro è richiesto per la produzione dei globuli rossi; e le vitamine del gruppo B sono alleate del metabolismo. Infine, i tannini sono noti per le loro capacità antinfettive, antinfiammatorie e antiemorragiche. Attenzione, però: rispetto ad altri frutti, le giuggiole sono piuttosto caloriche.

Le giuggiole, anche nella loro variante disidratata, sono considerate alimenti generalmente sicuri.

 Disclaimer / Esclusione di responsabilità

Queste informazioni rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Ai fini di un'alimentazione sana ed equilibrata è preferibile consultare il proprio medico o un nutrizionista.