Che cos’è l’alga wakame?

L’alga wakame (Undaria pinnatifida) è un’alga bruna proveniente dal Giappone simile alle alghe kombu. Le sue foglie sono verdi e hanno una nervatura centrale. È possibile trovare in commercio integratori di alga wakame, ad esempio in compresse oppure in forma di tintura madre.

 

Qual è la funzione dell’alga wakame?

È noto il contenuto in vitamine, proteine e sali minerali, in particolare iodio, calcio, magnesio e ferro dell’alga wakame. È proprio la presenza di iodio che fa sì che l’alga venga consigliata per riequilibrare l’attività della tiroide. L’assunzione dello iodio in forma di alga wakame aiuterebbe in particolare ad aumentare il metabolismo e le energie a disposizione, a sentirsi più dinamici e ad evitare l’accumulo dei chili di troppo.

 

Sembra che anche l’antiossidante fucoxantina sia in grado di aiutare a mantenere la linea; secondo studi preliminari, infatti, sembra che favorisca l’uso dei grassi e aiuti, così, a perdere peso. Questa molecola agirebbe aumentando la sintesi di una proteina coinvolta nel metabolismo dei grassi ed eserciterebbe un’azione antidiabetica.

I minerali dell’alga wakame sarebbero utili per favorire il bilanciamento ormonale, per alleviare sindrome premestruale e infertilità e per rafforzare le ossa. Quest’alga, inoltre, aiuterebbe nella prevenzione del cancro al seno, oltre a combattere quello al colon, pressione alta e colesterolo in eccesso. Infine, essendo una fonte di omega 3 potrebbe combattere ansia e depressione, ridurre l’infiammazione, promuovere la salute della pelle e alleviare i sintomi dell’artrite.

L’Efsa (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare), però, non sembra aver approvato alcun claim che certifichi i benefici che vengono comunemente attributi a quest’alga.

 

Avvertenze e possibili controindicazioni

L’alga wakame è una fonte di iodio. Prima della sua assunzione, in caso di problemi alla tiroide è consigliabile chiedere il parere del proprio medico.

 

Disclaimer 

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.