Che cos’è la zeaxantina?

La zeaxantina è un pigmento carotenoide che viene creato nelle alghe e in altre piante per idrossilazione del β-carotene che si trova nel tuorlo dell’uovo. Non presenta attività vitaminica A.

A cosa serve la zeaxantina?

La zeaxantina fa parte del documento edito dal Ministero della Salute “Altri nutrienti e altre sostanze ad effetto nutritivo o fisiologico” e nello specifico nell’elenco “Altre sostanze senza apporto massimo giornaliero definito”.

Secondo numerose ricerche – anche se non ci sono ancora allo stato attuale sufficienti validazioni scientifiche – un apporto corretto di zeaxantina avrebbe degli effetti benefici sulla buona salute degli occhi. La zeaxantina favorirebbe in particolar modo la salute della retina e della macula (la zona centrale della retina dell’occhio umano, la più sensibile agli stimoli luminosi) e della fovea (regione concentrica all’interno della macula). La zeaxantina contribuirebbe a conservare la retina in salute con un’azione stabilizzante delle membrane retiniche, aiutando a renderle più resistenti ai danni causati dalla luce. La zeaxantina (assieme alla luteina) viene immagazzinata nella macula sana e aiuta a conservare l’integrità e la salute di questo sito della retina indispensabile per una vista priva di difetti.

 

Alcune ricerche scientifiche dimostrano che somministrando zeaxantina a persone che hanno una buona probabilità di presentare una degenerazione maculare dovuta all’età, potrebbe essere possibile prevenire, nel corso di un lasso di tempo di cinque anni, la perdita della vista in più di 300 mila persone di oltre 55 anni. L’utilizzo di zeaxantina aumenterebbe anche la capacità visiva in pazienti già colpiti da malattia maculare. Per finire, secondo altri studi l’assunzione di zeaxantina potrebbe anche avere una funzione preventiva nei confronti del rischio di sviluppo di degenerazione maculare legata all’età.

Al momento tuttavia non risultano dichiarazioni avallate dall’Efsa (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) specifiche per preparati contenenti zeaxantina.

 

Avvertenze e possibili controindicazioni

Un possibile effetto secondario che può causare un dosaggio eccessivo di zeaxantina assunto da persone che hanno una carnagione chiara potrebbe essere una colorazione della pelle giallo-dorata.  E’ sempre consigliabile prima di assumere integratori a base di zeaxantina chiedere un parere al proprio medico curante.

 

Disclaimer 

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il   parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai   consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.