Dott. Riccardo Annibali

Area Medica

Chirurgia Generale

Ruolo

Consultant


Io in Humanitas

Ruolo in Ospedale
Consultant
Aree mediche di interesse

•    Chirurgia laparoscopica e mini-invasiva


•     Chirurgia colorettale: particolare esperienza nel trattamento chirurgico delle malattie infiammatorie croniche e delle neoplasie del colon, con riguardo alle tecniche per la conservazione dello sfintere.

•  Proctologia: ha importato in Italia dagli USA un particolare intervento di emorroidectomia radicale  in anestesia locale con rapida ripresa delle normali attività e minime recidive. Ha anche ideato una personale tecnica operatoria in anestesia locale per il trattamento della defecazione ostruita per via transanale. Inoltre, tecniche d'avanguardia in anestesia locale, tra cui anoplastiche con lembo cutaneo per la correzione di ragadi anali, riparazione di fistole perianali e perirettali semplici e complesse, escissione di fistole sacrococcigee e ricostruzione plastica con lembi cutanei, riparazioni sfinteriche per incontinenza post-traumatica, anoplastiche di allargamento per stenosi anale mediante lembi cutanei di scorrimento o di rotazione, escissione di tumori benigni e maligni del retto medio e inferiore per via transanale, correzione di prolassi per via transale e addominale.

    Chirurgia riparativa delle ernie della parete addominale: Tra i primi chirurghi in Italia ad eseguire ernioplastiche inguinali con rete protesica in anestesia locale e in regime ambulatoriale. Ha fatto parte del gruppo chirurgico guidato dal Dr. Robert Fitzgibbons nel Nebraska (USA) che ha messo a punto in modo pioneristico la tecnica di ernioplastica inguinale per via laparoscopica. Ha identificato un’area anatomica critica per gli interventi riparativi dell’ernia inguinale in videolaparoscopia, denominata “Triangolo del Dolore”, la cui conoscenza è essenziale per tutti coloro che si accingono ad affrontare questo tipo di chirurgia e attualmente descritta sui maggiori testi di chirurgia in tutto il mondo.

•     Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva: Esegue regolarmente da circa 25 anni endoscopie diagnostiche e operative del tratto gastroenterico superiore ed inferiore. Ha una particolare esperienza nella diagnosi e nel trattamento medico della malattia da reflusso gastro-esofageo, del colon irritabile, delle malattie infiammatorie croniche intestinali, delle disbiosi intestinali. In particolare, per la disbiosi fermentativa (un problema ormai sociale ad elevato impatto sulla popolazione, legato all’eccessivo consumo di carboidrati, prodotti lievitati e latticini nelle abitudini alimentari del mondo moderno) ha messo a punto un originale programma di riabilitazione intestinale fondato su  particolari regimi dietetici associati a cure con farmaci (allopatici ma anche fitoterapici sviluppati personalmente) e alla idrocolonterapia. Questo protocollo, frutto di una accurata ricerca e di studi personali, consente la regolarizzazione della flora batterica intestinale in un tempo medio di tre mesi nell’80% dei pazienti, sulla base di una esperienza personale maturata su circa 1500 pazienti trattati nell’arco di circa 20 anni.

Aree di ricerca di interesse

     Sviluppo di un modello sperimentale su cadavere per lo studio dell'anatomia della regione inguinale  e della porzione inferiore della parete addominale dal punto di vista laparoscopico. Identificazione delle aree pericolose per il posizionamento di suture o agraphes per la fissazione della rete protesica. Divisione di Chirurgia Sperimentale della Creighton University (Omaha, Nebraska, U.S.A.). Luglio 1992- giugno 1993

     Protocollo di ricerca "Endo-organ I" presso la Divisione di Chirurgia Sperimentale della Creighton University (Omaha, Nebraska, U.S.A.), per lo sviluppo di una nuova tecnica chirurgica videolaparoscopica endocavitaria per la plastica della regione esofago-cardiale nel trattamento del reflusso gastro-esofageo. Luglio 1992-giugno 1993

     Protocollo di ricerca "Endo-organ III" presso la Divisione di Chirurgia Sperimentale della Creighton University (Omaha, Nebraska, U.S.A.) per lo sviluppo di una nuova tecnica operativa laparoscopica endocavitaria per il trattamento delle emorragie gastro-duodenali. Ottobre 1992-giugno 1993.

     Protocollo di ricerca "Vagotomia II" presso la Divisione di Chirurgia Sperimentale della Creighton University (Omaha, Nebraska, U.S.A.) per lo sviluppo di una nuova strumentazione chirugica per una migliore e piu' rapida esecuzione della vagotomia superselettiva per via laparoscopica. Gennaio-giugno 1993

     Protocollo di ricerca  "Ernia II" presso la Divisione di Chirurgia Sperimentale della Creighton University (Omaha, Nebraska, U.S.A.) per lo sviluppo di una adeguata rete protesica da impiegare nella tecnica di ernioplastica per via laparoscopica. Luglio 1992-giugno 1993

Specializzazione
Chirurgia Generale e Proctologia
Ulteriori informazioni di interesse

•    Coordinatore dell’Unità Operativa di Coloproctologia (UCP) “Milano Nord” associata alla Società Italiana di Chirurgia Colorettale (SICCR). 



Area Medica
Chirurgia Generale e Gastroenterologia
Macro unità operativa
Proctologia, Endoscopia Digestiva
Patologie
Emorroidi, ragadi anali, fistole perianali, sindrome da ostruita defecazione, rettocele, prolasso rettale, neoplasie del colon e del retto, malattie infiammatorie croniche intestinali, diverticoli, incontinenza anale, anoplastiche per stenosi anali, ernie della parete addominale, malattia da reflusso gastro-esofageo, dIsbiosi intestinale
Ulteriori informazioni di interesse

     Visiting Clinician , Shouldice Hospital, Toronto, Canada; marzo 1989.

     Visiting Clinician, Lichtenstein Institute, Los Angeles, California, USA; agosto 1993.

     Visiting Clinician, Sezione di Chirurgia Colo-Rettale del Dipartimento di Chirurgia della Mayo Clinic, Rochester, Minnesota, U.S.A.: agosto-settembre 1987; gennaio-marzo 1989; luglio-settembre 1991; agosto-settembre 2001; agosto-settembre 2003; aprile 2007; agosto 2009.

     Clinical e Research Fellow in chirurgia colorettale presso la Clinica Chirurgica II dell'Università di Göteborg, Svezia (Direttore: Prof. L. Hultén); febbraio-giugno 1992

     Clinical e Research Fellow in chirurgia laparoscopica, Divisione di Chirurgia della Creighton University, Omaha, Nebraska, U.S.A. (Direttore: Prof. R.J. Fitzgibbons Jr.); luglio 1992-settembre 1993.

     Clinical Fellow, Sezione di Chirurgia videolaparoscopica, Ospedale Samaritano, Goiania, Goias, Brasile (Direttore: Dr. A. De Paula), settembre-ottobre 1993

Pubblicazioni personali su PubMed
1. Annibali R., Pietri P.:Fistulous complications of Crohn's disease. Int. Surg., 77:19-27, 1992 2. Fitzgibbons R.J.Jr., Annibali R., Litke B.S.: Gallbladder and gallstone removal, open versus closed laparoscopy, and pneumoperitoneum. Am. J. Surg, 165:497-504, 1993 -27, 1992 3. Annibali R., Öresland T., Hultén L.: Does the level of stapled ileo-anal anastomosis influence physiologic and functional outcome? Dis Colon Rectum, 37(4):321-329, 1994 4. Quinn, T. H., Annibali R., and Dalley, A. F., II. Dissection of the anterior abdominal wall and the deep inguinal region from a laparoscopic prospective. Clin Anat, 7(6),1994 5. Camps J., Nguyen N., Annibali R., Fitzgibbons Jr RJ.: Laparoscopic inguinal herniorraphy: transabdominal techniques. Int. Surg. 1995;80 (1):18-25 6. Fitzgibbons R.J. Jr., Camps J., Cornet D.A., Nguyen N.X., Litke B.S., Annibali R.: Laparoscopic inguinal herniorraphy. results of a multicenter trial. Ann. Surg., 221:3-13, 1995 7. Quinn T.H., Annibali R., Dalley A.F., Fitzgibbons R.J.Jr.: Dissection of the anterior abdominal wall and the deep inguinal region from a laparoscopic perspective. Clinical Anatomy, 8 (4):245-251, 1995 8. Capriata G, Annibali R., Basilico V., Bellotti R., Ceriani P., Clerici D., Giacci F., Griffa B., Sacchi F.: Pylorus preserving pancreatoduodenectomy for malignant disease of the pancreas. HPB Surgery, 9:2, 124,1996 9. Brusciano L., Ayabaca S.M., Pescatori M., Accarpio G., Dodi G., Cavallari F., Ravo B., Annibali R.: Reinterventions after complicated or failed stapled hemorrhoidopexy. Dis. Colon Rectum, 47 (11):1846-1851, 2004 10. Pizzetti D, Annibali R, Bufo A, Pescatori M. Colonic hydrotherapy for obstructed defecation. Colorectal Dis. 2005 Jan;7(1):107-8

Esperienze precedenti

Ultimo Ruolo e Descrizione Attività

•     Consulente per la Chirurgia, Coloproctologia ed Endoscopia Digestiva 

Nome ospedale / Ente
Case di Cura "La Madonnina" e "San Camillo" di Milano
Dal
2004
Al
Attualmente
Nazione
Italia
Provincia
MI
Comune
Milano
Penultimo Ruolo e Descrizione Attività

•     Assistente ospedaliero presso la Divisione di Chirurgia II  - Ospedale "L. Sacco" di Milano (Direttore: Prof. P.Pietri), 1988 - 1994.

•     Aiuto incaricato presso la Divisione di Chirurgia I dell'Ospedale Valduce di Como (Direttore: Dr. G. Capriata), 1994-1999

.    Consulente per la Chirurgia, Coloproctologia ed Endoscopia Digestiva presso la Casa di Cura "S.Pio X" di Milano, 1993 - 2010

•   Consulente per la Chirurgia, Coloproctologia ed Endoscopia Digestiva presso la Casa di Cura del Policlinico di Milano, 2000-2004.

•    Consulente per la Chirurgia, Coloproctologia ed Endoscopia Digestiva presso la Casa di Cura "S. Gaudenzio" di Novara, 2010 - 2012

•    Aiuto presso la Divisione di Chirurgia Generale – Istituto Clinico Sant’Ambrogio di Milano. 2012

•    Consulente per la Chirurgia, Coloproctologia ed Endoscopia Digestiva presso la Casa di Cura “Capitanio” di Milano, 2011 - 2015


•    Consulente per la Chirurgia, Coloproctologia ed Endoscopia Digestiva presso la Casa di Cura “Columbus” di Milano, 2004 – 2015


Nome ospedale / Ente
Casa di Cura “Columbus”
Dal
2004
Al
2015
Nazione
Italia
Provincia
MI
Comune
Milano
Penultima Esperienza Lavorativa
Consulente per la Chirurgia, Coloproctologia ed Endoscopia Digestiva

Formazione

Università
Università degli Studi di Milano
Specializzazione
Chirurgia
Università
Università degli Studi di Milano
Data specializzazione
1990

Ruolo accademico

Nome Università / Ente
Università di Pavia
Dal
2011
al
2013
Ruolo
Docente presso il Corso di Perfezionamento per Coordinatori di Medicina Integrata
Descrizione attività
Insegnamento dei principi fondamentali della Medicina Olistica

Attività Scientifiche

Nome dell'Ente
Università di Milano-Facoltà di Medicina e Chirurgia
Nazione
Italia
Incarico Ricoperto
Assistente Clinica Chirurgica V
Descrizione attività
Collaborazione alla preparazione delle lezioni e svolgimento delle esercitazioni pratiche nell'ambito del Corso di Clinica Chirurgica (Direttore: Prof. P. Pietri), Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università di Milano, Polo Didattico Ospedale "L. Sacco", anni accademici 1986-1991.

Prenota

Scegli la sede

Scegli e prenota la tua visita online
Scegli e prenota la tua visita online

Dati del paziente





Scegli il tipo di prenotazione preferito

SSNPrivatoAssicurato

Indicare i dati dell'impregnativa

Ricetta RossaRicetta Elettronica

Y S


Prestazione richiesta

* secondo codice a barra * terzo codice a barra


Prestazione richiesta

Prenota