Il fecaloma (detto “scatoma”, stercoroma e coproma) è una blocco di feci che ostruisce l’ultimo tratto di intestino e ciò può determinare l’occlusione intestinale, seguita da vomito, nausea, forti dolori e contrazioni dell’addome e dello sfintere anale. L’intestino, in queste condizioni, assorbe più acqua e di conseguenza le feci diventano sempre più dure e difficili da espellere. A soffrirne sono in particolare le persone stitiche.

Quali sono i rimedi contro il fecaloma?

Uno dei primi rimedi contro il fecaloma è sciogliere la massa fecale con supposte, clismi o frantumazioni manuali. Nei casi più drammatici, solo un intervento chirurgico può essere risolutivo Per prevenire il fecaloma è importante condurre uno stile di vita sano ed equilibrato, mangiare frutta e verdura in abbondanza, bere molto (sopratutto nei periodi estivi), e praticare attività fisica.

Quali malattie si possono associare al fecaloma?

Le malattie strettamente correlate al fecaloma sono:

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Fecaloma, quando rivolgersi al proprio medico?

E’ necessario consultare il medico quando sono presenti patologie associate al problema del fecaloma (si veda elenco delle malattie).