La gengiva è un tessuto di pelle molle che circonda l’arcata dentaria superiore e inferiore e contiene al suo interno molti vasi sanguigni. Quando la gengiva cambia colore e si arrossa significa che vi è un’infiammazione in corso. A causare tale arrossamento sono due tipi di processi infiammatori: la parodontite e la gengivite. La parodontite è un’infiammazione di tutti i tessuti che rivestono il dente e che lo mantengono agganciato alle ossa della mascella (legamento parodontale, cemento radicolare, osso alveolare e gengive). La causa di questo sintomo può essere la formazione di placca batterica al di sotto della gengiva; anche se curata al meglio, questa patologia può portare a gravi infezioni e generare un deterioramento dell’osso gengivale. La gengivite invece è un infiammazione meno grave, dovuta sempre alla presenza di placca batterica che arrossa e crea gonfiore nel tessuto gengivale. Solitamente, ad accompagnare tali problematiche, vi sono disturbi quali sanguinamento, ipersensibilità al freddo o caldo, cibi acidi e rigonfiamento.

Quali sono i rimedi contro le gengive arrossate?

Per prevenire le infezioni alle gengive è importante mantenere una corretta igiene orale, lavare i denti almeno due volte al giorno, utilizzare uno spazzolino a setole morbide e spazzolare correttamente i denti (adottando specifici dentifrici e colluttori disinfettanti), evitare di fumare e bere alcolici. Concludendo, è fondamentale agire subito sulla gengiva arrossata e non sottovalutare il problema.

Quali malattie si possono associare alle gengive arrossate?

Le malattie che possono causare l'arrossamento delle gengive sono:

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Gengive arrossate, quando rivolgersi al proprio medico?

Se si avvertisse un fastidio alle gengive ed un arrossamento delle stesse, è conveniente chiedere un parere medico.