La leucopenia consiste nella diminuzione dei globuli bianchi nel sangue. Il valore di riferimento cambia a seconda dell’età e del sesso. All’origine del problema solitamente, vi sono patologie legate al malfunzionamento del midollo osseo (generante globuli bianchi) e tra queste vi sono infezioni virali, cancro, malattie autoimmuni o malattie congenite. Anche in caso di importanti terapie mediche, come radioterapia o chemioterapia, si possono ridurre temporaneamente i valori corretti di produzione dei globuli bianchi, così come la mancanza di vitamine, l’uso di alcuni farmaci o antibiotici e l’anemia mediterranea contribuiscono a creare tali condizioni.

Quali sono i rimedi contro la leucopenia?

La riduzione di globuli bianchi viene risolta tramite la stimolazione del midollo osseo a produrre nuovi globuli bianchi, mediante cure a base di steroidi, chemioterapici  citochine . E’ altrettanto utile assumere integratori di vitamine. Tali terapie sono abbinate ad altri trattamenti mirati, a seconda della causa, all’origine della leucopenia. Ad esempio, possono essere prescritti farmaci contro eventuali infezioni.

Quali malattie si possono associare alla leucopenia?

Le malattie che si legano al sintomo della leucopenia sono:

  • AIDS
  • Anemia
  • Artrite reumatoide
  • Cirrosi epatica
  • Dengue
  • Dermatite
  • Epatite
  • Influenza
  • Insufficienza renale
  • Ipertiroidismo
  • Leucemia
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Malaria
  • Miastenia gravis
  • Morbillo
  • Pielonefrite
  • Psoriasi
  • Rosolia
  • Sepsi
  • Shock settico
  • Tifo
  • Toxoplasmosi
  • Tubercolosi

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Leucopenia, quando rivolgersi al proprio medico?

In caso di leucopenia è opportuno contattare un medico per verificare quale sia il problema di origine.