Il mal di denti in genere si avverte quando vi è in corso un’infezione del cavo orale oppure una carie. Questo problema può però derivare anche da bruxismo (l’atto di digrignare i denti quando si dorme) o problemi alle mascelle. Persino disturbi o patologie che colpiscono altre parti dell’organismo, come sinusite, mal d’orecchio e problemi di cuore potrebbero generare male ai denti.

Quali sono i rimedi contro il mal di denti?

Per ridurre il male ai denti si possono assumere antidolorifici. Ma la cura più adatta dipende dall’origine del sintomo. Se vi fossero carie, bisognerà recarsi da un dentista per rimuoverle o intervenire con una devitalizzazione ed il rivestimento del il dente. In altri casi, sarà necessario assumere un antibiotico: se si soffrisse di sinusite si potranno prendere farmaci specifici per questo disturbo. Se il problema invece fosse dato da bruxismo si dovrà utilizzare un bite.

Quali malattie si possono associare al mal di denti?

Le malattie associate al mal di denti sono:

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Mal di denti, quando rivolgersi al proprio medico?

Se si soffrisse di male ai denti, sarà necessario recarsi dal dentista per scoprire la causa di tale dolore, a maggior ragione qualora si presentasse anche febbre ed il male non cessasse. Nel momento in cui il dolore non dovesse dipendere da una causa odontologica, bisognerà chiedere un parere al proprio medico di fiducia.