Gli occhi disallineati sono un disturbo che viene anche detto strabismo e consiste in una carenza della coordinazione visiva, dovuta ad un difetto degli assi visivi e dei muscoli oculari. A volte questo disallineamento è dovuto ad alcune malattie come l’ambilopia, i tumori, gli ictus, la sindrome di Down, la spina bifida, le paresi cerebrale, i problemi alla retina e anche le contusioni.

Quali sono i rimedi contro gli occhi disallineati?

La cura contro questo disturbo visivo varia a seconda della tipologia di disallineamento (temporano o continuo). Se il problema è dato da strabismo, si potranno indossare occhiali da vista per correggere il difetto oppure, se lo strabismo fosse grave, si dovrà intervenire chirurgicamente (anche se ciò può comportare complicazioni). Qualora si trattasse di ambilopia, si potranno sempre usare occhiali correttivi, colliri, optare per l’intervento chirurgico o coprire l’occhio sano con una benda in modo da stimolare l’occhio pigro a reagire, fortificando la muscolatura ed i tessuti oculari. Tali trattamenti vengono stabiliti dopo una visita oculistica specialistica.

Quali malattie si possono associare a occhi disallineati?

Le malattie associate agli occhi disallineati sono :

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Occhi disallineati, quando rivolgersi al proprio medico?

Quando il disturbo dell’occhio è improvviso e la propria vista non ha mai avuto alcun difetto o problema grave, bisogna recarsi in Pronto Soccorso perché potrebbe essersi verificato un ictus. Se invece i problemi di vista sono presenti da sempre o perdurano da tempo, ci si dovrà sottoporre a visite specialistiche programmate dall’oculista, per monitorare e curare il difetto ottico.