Counselling psicologico

Cos’è il counselling psicologico?

E’ uno spazio di parola per intercettare un disagio.
In risposta al disorientamento nelle manifestazioni soggettive del disagio/malessere, l’offerta di uno spazio di parola nella consultazione, offre al paziente, un primo luogo di accoglienza ed elaborazione di tale sofferenza, così da chiarirne le coordinate. Questo approccio intende attivare le risorse del paziente attraverso una presa di consapevolezza della portata del suo disagio, in modo che la sua richiesta di aiuto divenga più motivata e la sua decisione di affrontare il percorso di cura sia ferma ed adeguata.  


A chi si rivolge il counselling psicologico?

Possono richiedere una consultazione psicologica tutti coloro che ritengono di soffrire di un disturbo in cui concorrano fattori psicologici. Esempi clinici possono essere:

 

  • Ansia e depressione. Disagi che possono comparire in situazioni diverse, e con particolare riguardo ai momenti di lutto e separazione. (Un capitolo particolare sono gli effetti della separazione e del divorzio, specie quando il disorientamento coinvolge i figli.)
  • Sostegno alla genitorialità
  • Dipendenze. I disturbi alimentari (bulimia, anoressia, binge eating (BED), forme miste) costituiscono un capitolo fondamentale.  La dipendenza riguarda varie modalità di rapporto che il soggetto intrattiene con ‘oggetti’ psichici  da cui trae una soddisfazione tendenzialmente autolesiva: esistono quindi dipendenze da sostanze d’abuso, gioco d’azzardo, internet, lavoro, sesso.
  • Attacchi di panico
  • Disturbi psicosomatici (cefalee, sindromi da dolore cronico)

 

A cosa serve il counselling psicologico?

Il counselling psicologico, ossia una consultazione nel suo primo livello, è un momento fondamentale, per far cogliere alla persona  sia la sua capacità di elaborazione, che l’esperienza di benessere di cui potrà godere affidandosi al professionista (figura di riferimento nei momenti critici, qualora si ripresentassero); il sostegno dello specialista si traduce nella classica e importantissima modalità della terapia di sostegno, in grado di rendere più salde le risorse dell’individuo, la sua resilienza, la sua capacità di affrontare momenti di particolare crisi (ivi compresa una diagnosi medica non favorevole e un percorso di cure a volte difficilmente sopportabili).


Come si svolge il counselling  psicologico?

Questo lavoro mira – con una serie di colloqui esplorativi che possono anche essere definiti in un preciso numero – alla formazione di una valida alleanza terapeutica centrata sulla persona e le sue esigenze attuali.