Prima visita odontoiatrica

Che cos’è la prima visita odontoiatrica?

Conoscere lo stato di salute del cavo orale è importante per salvaguardare il sorriso ed evitare, il più possibile, futuri interventi invasivi e ricostruttivi. La visita odontoiatrica è una visita molto importante per la prevenzione della salute orale ed è utile anche per evitare disturbi o patologie che interessano i denti, le gengive e tutta la bocca.

A cosa serve la prima visita odontoiatrica?

La prima visita odontoiatrica consente all’odontoiatra di controllare la dentatura e i suoi difetti, accertare se vi siano problemi dovuti a carie, placca, tartaro, infezioni batteriche, infiammazioni delle gengive o parodontite, al fine di approntare cure tempestive e specifiche, che contrastino la caduta dentale e riabilitino le zone malate.

Per una diagnosi corretta, si consiglia di eseguire la panoramica dentale (ortopantomografia delle arcate dentarie) che viene spesso abbinata alla TAC dentale (Dentalscan) in caso di intervento chirurgico oppure associata alla radiografia latero/laterale del cranio,  per i casi di ortodonzia.

L’esame radiologico, parte integrante della visita, permette di avere visibilità anche sotto la superficie del dente e della gengiva.

La prima visita odontoiatrica è pericolosa?

Poiché durante la prima visita odontoiatrica, è possibile effettuare una radiografia, questa può comportare alcuni rischi per le pazienti in gravidanza.

É inoltre necessario avvertire gli operatori se si è certi (o si ha il dubbio) di allergie al lattice, in modo che non vengano impiegati guanti dello stesso materiale.

Sono previste norme di preparazione alla prima visita odontoiatrica?

Il paziente non deve seguire nessuna specifica preparazione.

Come si svolge la prima visita odontoiatrica?

La visita odontoiatrica ha durata di un’ora ed è importante in quanto il dentista esamina in maniera approfondita lo stato di salute della bocca del paziente e fornisce importanti consigli personalizzati per una corretta igiene dentale quotidiana.
L’odontoiatra, dapprima raccoglierà informazioni sul paziente e sulla sua storia clinica precedente (anamnesi) ed effettuerà poi, una verifica dell’attuale status odontoiatrico (situazione dentaria). Successivamente si procederà esaminando lo stato dei denti e delle gengive e, se necessario, tramite una radiografia delle arcate dentali (ortopanoramica), si potranno indagare problematiche non riconoscibili a occhio nudo quali: carie nascoste, lesioni dell'osso mascellare, cisti o tumori, o per verificare il corretto allineamento delle arcate.

Un check-up completo ed approfondito permetterà di stilare un piano di cure personalizzato che possa aderire alle esigenze del paziente. Se dovesse essere necessario rivedere il paziente, al fine di completare il quadro clinico, verrà richiesta una seconda visita.