Visita ematologica

Che cos’è la visita ematologica?

La visita ematologica è una visita medica specialistica che viene richiesta su indicazione del medico curante a fronte di particolari alterazioni degli esami del sangue o per presenza di sintomi o disturbi che orientano verso un problema ematologico.


A che cosa serve la visita ematologica?

La visita ematologica ha lo scopo di indagare le cause alla base di specifiche alterazioni ematochimiche e/o cliniche, impostando un percorso diagnostico e terapeutico.


Sono previste norme di preparazione?

Per effettuare la valutazione ematologica è bene portare con sé tutta la documentazione che riguarda la propria salute, anche se risalente a molti anni precedenti il problema che ha portato alla visita. In particolare, sono importanti tutti gli esami del sangue effettuati, le visite mediche di qualsiasi specialista ed eventuali lettere di dimissione successive ad accessi in ospedale (DH, ricoveri, pronto soccorso…).


Come si svolge la visita ematologica?

La visita ematologica consiste in un’attenta anamnesi, cioè la raccolta della storia medica del paziente e della sua famiglia , focalizzando l’attenzione sui sintomi o, comunque, sul problema che ha portato il paziente a consultare l’ematologo. Segue l’esame obiettivo, ossia una visita medica volta a ricercare eventuali segni legati al problema in corso, da monitorare nel tempo.


Potrebbe essere necessario completare il percorso di diagnosi con la richiesta di esami del sangue più approfonditi e/o eventuali esami strumentali per permettere il miglior inquadramento sia a scopo diagnostico che di monitoraggio. In alcuni casi, inoltre, tali accertamenti potrebbero essere estesi ai componenti familiari più prossimi.