Cosa sono gli agretti?

Gli agretti (Salsola kali) – noti anche come barba di frate, lischi, roscano o miniscordi – sono una pianta della Famiglia delle Chenopodiaceae. L’aspetto è caratteristico: le foglie, dal colore verde scuro, sono filiformi, riunite in piccoli gruppi. Presentano un sapore leggermente acre, acidulo, a cui devono anche il loro nome.

Quali sono le proprietà nutrizionali di questo ortaggio?

100 grammi di agretti cotti in acqua senza aggiunta di sale apportano circa 45 Calorie, ripartite come segue:

    43% proteine

    10% lipidi

    47% carboidrati

In particolare, 100 grammi di agretti cotti in acqua senza aggiunta di sale contengono:

    79,4 g di acqua

    4,8 g di proteine

    0,5 g di lipidi

    5,6 g di carboidrati

    5,6 g di zuccheri solubili

    2,3 g di fibra totale (fibra solubile 0,41 g; fibra insolubile 1,88 g)

Calcio e fosforo sono i minerali più presenti, mentre in proporzioni minori si trovano potassio, sodio, magnesio e ferro. Per quanto riguarda il contenuto vitaminico, si segnalano  la vitamina A, la vitamina C e alcune vitamine del gruppo B, soprattutto B3 (Niacina o vitamina PP).

Quando non mangiare gli agretti?

La letteratura scientifica non riporta interazioni tra il consumo di agretti e l'assunzione di farmaci o altre sostanze.

Stagionalità degli agretti

Seminati nel mese di dicembre, gli agretti sono pronti per la raccolta da marzo a fine maggio. È possibile pertanto trovarli in vendita nella stagione primaverile.

Possibili benefici e controindicazioni

In virtù del significativo contenuto di fibre, gli agretti contribuiscono ad aumentare il senso di sazietà e a facilitare il transito intestinale, talvolta con un leggero effetto lassativo. Le proprietà depurative e diuretiche, insieme al limitato apporto di calorie, lo rendono l’alimento ideale per regimi alimentari a basso contenuto calorico.

Escludendo una specifica allergia a questo vegetale, attualmente non sono note controindicazioni al consumo di agretti.

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per  un'alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene seguire i consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.