Cosa è l'aneto?

L'aneto (Anethum graveolens) è una delle erbe aromatiche che appartengono al gruppo delle Apiaceae, native dell'Est Europa e del Mediterraneo. In cucina sono usati sia i semi che le parti verdi.

Quali sono le proprietà nutrizionali?

100 grammi di aneto fresco apportano 43 calorie. In più contengono:

  • 0,03 g di proteine
  • 0,86 g di acqua
  • 0,8 mg di vitamina C
  • 77 UI di vitamina A
  • 0,62 g di carboidrati
  • 2 mg di calcio
  • 1 mg di fosforo
  • 1 mg di magnesio
  • 0,016 mg di niacina
  • 0,01 g di lipidi, fra cui 0,001 g di acidi grassi saturi, 0,008 g di acidi grassi monoinsaturi e 0,001 g di acidi grassi polinsaturi
  • 0,002 mg di vitamina B6
  • 0,001 mg di tiamina
  • 0,2 g di fibre
  • 0,004 mg di acido pantotenico
  • 0,003 mg di riboflavina
  • 0,013 mg di manganese
  • 7 mg di potassio
  • 0,07 mg di ferro
  • 2 µg di folati
  • 0,01 mg di zinco

Dall'aneto si estrae anche un olio essenziale ricco di eugenolo.

Quando non mangiare l'aneto?

L'aneto potrebbe interferire con l'assunzione di litio. Nel dubbio, si consiglia di rivolgersi al proprio medico per un consiglio.

Stagionalità dell'aneto

La stagione dell’aneto è l’autunno, ma è reperibile sul mercato tutto l'anno.

Possibili benefici e controindicazioni

L'aneto si distingue per le sue proprietà digestive, carminative e antisettiche. L'olio estratto dai suoi semi viene utilizzato nelle medicine tradizionali come stimolante dell'appetito, antispasmodico, carminativo, digestivo e disinfettante, per incrementare la produzione di latte nelle donne che allattano al seno e per alleviare sintomi neurologici come i mal di testa e l'irritabilità.

Dal punto di vista nutritivo è una fonte di nutrienti che aiutano il metabolismo (vitamine del gruppo B), il sistema immunitario (vitamina C), le difese antiossidanti (vitamina A, manganese), la salute cardiovascolare (potassio), ossa e denti (calcio, fosforo e magnesio) e lo sviluppo del sistema nervoso durante la gestazione (folati).

Disclaimer

Le informazioni riportate sono da intendersi come indicazioni generiche e non sostituiscono in alcuna maniera il parere dello specialista. Per assicurarsi una nutrizione sana ed equilibrata è sempre meglio affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.