Cosa è l’asmina?

L’asimina è il frutto prodotto dall’Asimina triloba, una specie nativa degli Stati Uniti Occidentali che appartiene alla famiglia delle Annonaceae. Si tratta di una pianta che produce frutti dolci, che sembrano un incrocio tra la banana e il mango, poiché hanno una buccia giallo-verdastra e una polpa arancione soffice e cremosa. Oggi negli Stati Uniti se ne conoscono 27 varietà, che crescono tra il nord della Florida e il sud dell’Ontario, fino ai territori orientali del Nebraska.

Quali sono le proprietà nutrizionali dell’asimina?

100 grammi di asimina hanno un apporto calorico di circa 80 cal e:

  • 18,8 g di carboidrati
  • circa 675 g di acqua
  • 1,2 g di lipidi (32% saturi, 40% monoinsaturi, 28% polinsaturi)
  • 2,6 g di fibra
  • 1,2 g di proteine

Tra i minerali e le vitamine contenuti in 100 grammi di asimina troviamo:

  • 1,1 mg di niacina
  • 18,3 mg di vitamina C
  • 0,09 mg di riboflavina
  • 0,01 mg di tiamina
  • 87 UI di vitamina A
  • 63 mg di calcio
  • 47 mg di fosforo
  • 2,6 mg di manganese
  • 113 mg di magnesio
  • 0,5 mg di rame
  • 0,9 mg di zinco
  • 345 mg di potassio
  • 7 mg di ferro

Le proteine contenute in questo frutto apportano tutti gli aminoacidi essenziali per l’organismo umano.

Infine, l’asimina è fonte di l’acetogenina, una molecola che può svolgere una azione antitumorale.

Quando non mangiare l’asimina?

Non vi sono prove sufficienti di possibili interazioni tra il consumo di asimina e l’assunzione di farmaci o altre sostanze.

Stagionalità dell’asimina

L’asimina è un frutto autunnale. Quando raggiunge la piena maturazione dura solo per pochi giorni a temperatura ambiente, mentre in frigorifero può essere conservata anche per una settimana. Invece, se tenuta al fresco prima della maturazione può essere conservata anche per tre settimane, per poi essere messa a temperatura ambiente prima del consumo in modo che possa maturare.

Possibili benefici e controindicazioni dell’asimina

L’asimina fa bene alla salute specialmente per l’alta concentrazione di nutrienti. La sua densità di vitamine, minerali e aminoacidi essenziali è paragonabile, se non addirittura superiore, a quella delle banane, delle arance e delle mele. Pare che la sua acetogenina possa svolgere un’azione antitumorale basata sulla capacità di impedire la comunicazione tra le cellule del cancro, che porterebbe alla loro morte.

Il consumo di asimina per alcune persone può essere causa di allergie e di dermatiti allergiche.

Disclaimer

Le informazioni riportate sono da intendersi come indicazioni generiche e non sostituiscono in alcuna maniera il parere dello specialista. Per assicurarsi una nutrizione sana ed equilibrata è sempre meglio affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.