EDGE

Si tratta di un acceleratore lineare di ultima generazione, specificatamente dedicato a trattamenti radioterapicidi alta precisione quali la radiochirurgia e la radioterapia stereotassica. Le sue caratteristiche tecniche permettono di erogare, in pochi minuti, un’alta dose di radiazioni indirizzate – con estrema precisione – per colpire il tumore, contendendo il rischio di danneggiare gli organi sani  e aumentando il comfort e la compliance del paziente.

Come funziona EDGE?

EDGE consente di eseguire trattamenti con tecnica VMAT(Volumetric Modulated Arc Therapy) in modalità FFF(Flattening Filter Free), caratteristica che permette di somministrare radiazioni in modo più veloce rispetto alle tecniche standard e mantenendo, nel contempo, una precisione millimetrica. Queste peculiarità lo rendono ideale per trattamenti che prevedono sia l’erogazione di alte dosi di radiazioni che precisione estrema, quali la radiochirurgia e la radioterapia stereotassica frazionata.

L’acceleratore EDGE è dotato di sistemi di posizionamento e verifica altamente innovativi. Il sistema OSMS(Optical Surface Monitoring System) è in grado di rilevare la superficie corporea dell’individuo e monitorare gli spostamenti durante il trattamento. Tale sistema – associato ai sistemi di immobilizzazione – quali le maschere ad apertura frontale QFIX, consente un trattamento di elevata precisione e risulta pertanto ideale per la cura di tumori come metastasi cerebrali, piccoli neurinomi, gliomi e meningiomi.

Calypsoè un altro sistema di verifica dedito alla radioterapia stereotassica corporea (Stereotactic Body Radiation Therapy). Calypso permette la rilevazione della posizione del tumore da colpire durante la seduta di radioterapia. Prima di iniziare questa tecnica, sono impiantati dei piccoli markers (chiamati beacons), che hanno dimensioni millimetriche e sono posizionati con una metodica minimamente invasiva in regime ambulatoriale, senza provocare dolore alcuno.  Il sistema rileva – tramite onde elettromagnetiche come “segnali GPS” – la posizione della lesione e i suoi movimenti nel tempo. Grazie a tale sistema è possibile tenere conto del movimento interno degli organi, colpendo il tumore con maggiore precisione e risparmiando quindi il tessuto sano. EDGE Radiosurgery è pertanto utilizzato anche per la cura dei tumori del fegato, polmone e prostata.

Come viene effettuato un trattamento con EDGE?

La fase pre-trattamento prevede:

  • la preparazione di un sistema di immobilizzazione customizzato (maschera termoplastica altamente tollerabile);
  • posizionamento di eventuali beacons;
  • l’esecuzione di una TAC e/o RMN e/o PET di simulazione, durante la quale vengono acquisite le immagini per e elaborare il personalizzato piano di cura.

La fase di trattamento prevede una seduta quotidiana, che è indolore e della durata di pochi minuti. Il paziente non sarà in alcun modo radioattivo e potrà proseguire la sua normale vita familiare e lavorativa. Potrà essere valutata dal medico una medicazione quotidiana per contenere gli effetti infiammatori del tessuto irradiato, durante e dopo il trattamento.

Quali sono i vantaggi di EDGE?

  • Maggior comfort per il paziente
  • Maggiore compliance del paziente
  • Possibilità di monitorare in tempo reale la posizione del volume bersaglio
  • Alta precisione del trattamento radioterapico
  • Rapidità nell’erogazione della dose di radioterapia
  • Riduzione dei movimenti del volume bersaglio

In quali tumori è indicato l’utilizzo di EDGE?

I tumori per cui viene utilizzato EDGE come accelerare lineare sono principalmente:

  • Tumori primitivi e secondari del fegato
  • Tumori cerebrali primitivi (gliomi, piccoli neurinomi e meningiomi)
  • Metastasi cerebrali
  • Tumori del polmone in stadio iniziale
  • Tumore della prostata

Chi dà l’indicazione al trattamento?

L’indicazione al trattamento è fornita dallo specialista in Radioterapia, previo consulto con il paziente durante il quale vengono effettuate:

  • la raccolta dell’anamnesi del paziente
  • la valutazione del quadro clinico e degli esami strumentali (TAC, RMN, PET)
  • la valutazione dei rischi/benefici dell’eventuale trattamento

 

Disclaimer

Le informazioni riportate sono da intendersi come indicazioni generiche e non sostituiscono in alcuna maniera il parere dello specialista.