Impianto protesi del ginocchio monocompartimentale

A seconda del o dei versanti che sono coinvolti dall’artrosi del ginocchio, sono consigliabili diverse terapie chirurgiche.

Negli ultimi 15 anni sono state sviluppate delle protesi di ginocchio cd. monocompartimentali, che hanno come scopo quello di rivestire solo il “settore” danneggiato.

Si tratta di protesi di minime dimensioni – dette anche mini-invasive – poiché sono impiantabili tramite incisioni di pochi centimetri. In tal modo si limita anche la perdita di sangue nel corso dell’intervento, riducendo la necessità di trasfusioni. I pazienti sono abitualmente in grado di alzarsi e camminare – sebbene con l’aiuto di 2 stampelle – già il giorno successivo.

Dopo un breve periodo di riabilitazione, i soggetti sottoposti a tale trattamento sono in grado di riprendere le normali attività, per esempio guidare l’automobile e – poco dopo – anche di praticare sport a basso impatto (nuoto, bicicletta e golf).

 

Disclaimer

Le informazioni riportate sono da intendersi come indicazioni generiche e non sostituiscono in alcuna maniera il parere dello specialista.