La trazione vertebrale è una tecnica di meccanoterapia che consiste nell’applicazione sul rachide (cervicale o lombare) di forze esterne che agiscono in senso opposto, dirette ad aumentare progressivamente l’allontanamento di una vertebra dall’altra.

Per la trazione vertebrale lombare viene utilizzato un lettino computerizzato.

Perché è utile la trazione vertebrale?

Le trazioni, generando l’allontanamento delle vertebre e facilitando la lubrificazione articolare, permettono una diminuzione dell’attrito e delle rigidità articolari.

Il trattamento è, quindi, particolarmente indicato per lombalgie acute, contratture muscolari, lombo sciatalgie, lombocruralgie, cervicalgia, scoliosi, cifosi, ernia del disco e protrusioni discali.

In che cosa consiste la trazione vertebrale computerizzata?

L’azione terapeutica di trazione vertebrale si oppone alla pressione esercitata sulla colonna dalla gravità, dal peso corporeo e dalla contrazione muscolare (che costituiscono i principali fattori di degrado del rachide), generando immediati benefici effetti sul sistema muscolo legamentoso, sulle articolazioni, sui dischi ecc.

Per le trazioni vertebrali lombari si utilizza uno speciale lettino dotato di un meccanismo di trazione. Il funzionamento dell’apparecchio è gestito da un computer. Ciò rende il trattamento estremamente adattabile alle molteplici varianti delle condizioni patologiche e alle caratteristiche del paziente.

Esistono alternative terapeutiche?

La trazione vertebrale lombare per mezzo del letto computerizzato è il sistema tecnologicamente più avanzato che oggi si possa offrire per risolvere i problemi legati alla colonna.

È un trattamento rischioso?

Le trazioni vertebrali sono controindicate in caso di neoplasie vertebrali, fratture vertebrali recenti, osteoporosi, malattie reumatiche in fase acuta, insufficienza vertebro-basilare.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate sono da intendersi come indicazioni generiche e non sostituiscono in alcuna maniera il parere dello specialista.