Che cos’è?

 

Detta anche ormone tireostimolante (TSH), è originata dall’ipofisi; il suo rilascio è generalmente minimo in mattinata e più alto in tarda serata. Il TSH favorisce la creazione sia di tiroxina (FT4) che di triiodotironina libera (FT3) da parte della tiroide (ghiandola endocrina di piccole dimensioni, situata nell’area del collo, che si occupa di controllare i processi metabolici del nostro corpo).

 

Perché misurare la tireotropina?

 

Questo esame cossente di determinare i livelli del TSH e di conseguenza la buona funzionalità tiroidea. Di solito si prescrive in associazione all’FT4 e all’FT3.

 

Esistono norme di preparazione all’esame?

 

Il prelievo si effettua solitamente di mattina. Il medico deciderà se sia necessario essere a digiuno.

 

È pericoloso o doloroso?

 

L’esame non è in alcun modo pericoloso e non procura dolore. Il paziente può sentire solamente il fastidio dovuto all’ingresso dell’ago nel braccio.

 

Come si svolge?

 

L’esame si effettua tramite un regolare prelievo di sangue.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.