Si tratta di microrganismi vivi e attivi capaci di moltiplicarsi a livello dell’intestino e di contribuire al mantenimento dell’equilibrio della microflora intestinale. I probiotici possono essere utilizzati per preparare alimenti (come alcuni tipi di yogurt) o integratori solo rispettando alcune indicazioni del Ministero della Salute. I microrganismi devono essere usati tradizionalmente per integrare la microflora (microbiota) intestinale dell’uomo; si devono considerare sicuri per l’impiego nell’essere umano e devono essere attivi a livello intestinale in quantità tale da moltiplicarsi nell’intestino.