Si tratta del recettore dei linfociti T attraverso cui si ha il riconoscimento. È capace di individuare i peptidi legati al complesso maggiore di istocompatibilità.