Che cos’è e come si contrae un’infezione da Moraxella catarrhalis?

 

Si tratta di un batterio aerobio gram-negativo che produce un’endotossina apparentemente coinvolta nell’infezione che è una delle cause più frequenti di sinusite ed otite media a carico dei bambini.

 

Come si contrae un’infezione da Moraxella catarrhalis?

 

L’infezione si trasmette con tutta probabilità attraverso un contatto diretto con delle secrezioni contaminate. Il microbo tende a colonizzare le vie respiratorie – soprattutto nei bambini – ma talvolta anche nei soggetti adulti.

 

Quali sono i sintomi di un’infezione da Moraxella catarrhalis?

 

Essa si presenta con vari sintomi, tra cui: raffreddore, sinusite, otite media, broncopneumopatia cronica ostruttiva, asma e infezioni delle vie aeree inferiori.

 

Quali malattie possono essere associate a un’infezione da Moraxella catarrhalis?

 

Come detto sopra, questa infezione è associata soprattutto ad otite media e sinusite nei bambini.

Più rare sono le associazioni con altre patologie come: artrite settica, oftalmia neonatale, cheratite, infezioni di ferite, infezioni delle vie urinarie, congiuntivite, meningite, uretrite acuta e, in pazienti dializzati, peritonite.

Possibile ma altrettanto rare complicazioni possono essere: perdita dell’udito, mastoidite, shock, decesso.

 

Come si può curare un’infezione da Moraxella catarrhalis?

 

L’infezione può essere curata con vari antimicrobici, che vengono individuati in base all’età del paziente, del livello di copertura desiderato, della presenza di altre patologie o della presenza di eventuali resistenze agli antibiotici – come l’amoxicillina, la pencillina e l’ampicillina – da parte del microbo.

 

Importante avvertenza

 

Le informazioni di questa scheda forniscono solo delle semplici indicazioni generali e non possono in nessun caso sostituirsi al parere del medico. In presenza di una situazione di malessere è quindi consigliabile rivolgersi sempre al proprio medico o recarsi al più vicino Pronto Soccorso.