Che cos’è un’infezione da stafilococco Vancomicina-Sensibili (VISA)?

 

E’ un’infezione che viene provocata da un batterio Gram-positivo appartenente al genere Staphylococcus e che ha una resistenza intermedia alla vancomicina – un antibiotico.

Per bloccare la crescita di un stafilococco Vancomicina-sensibile sono richieste dosi dalle 4 alle 8 volte superiori alla quantità minima solitamente richiesta.

 

Come si contrae un’infezione da stafilococco Vancomicina-Sensibili (VISA)?

 

Questo tipo di infezione si contrae a seguito del contatto con persone infette o superfici o oggetti contaminati.

Il batterio entra nell’organismo tramite il naso, la bocca o aperture (come, ad esempio, le ferite) della pelle.

 

Quali sono i sintomi di un’infezione da stafilococco Vancomicina-Sensibili (VISA)?

 

I suoi sintomi variano in base alla tipologia e possono consistere in: difficoltà respiratorie, debolezza, mal di testa, sonnolenza, battito cardiaco accelerato, problemi alla vista, febbre, arrossamenti, dolore e gonfiore cutanei, dolori muscolari, sensazione di calore al tatto, dolori al petto, tosse, nausea, vomito, rash.

 

Quali malattie possono essere associate a un’infezione da stafilococco Vancomicina-Sensibili (VISA)?

 

Solitamente l’infezione da stafilococco Vancomicina-sensibili (VISA) colpisce la pelle ed i tessuti molli che sono posti sotto di essa. In seguito possono però diffondersi nel resto dell’organismo causando: artrite, polmonite, meningite, ostomielite, cellulite, vari problemi di cuore tra cui l’endocardite, batteriemia e ascessi.

 

Come si può curare un’infezione da stafilococco Vancomicina-Sensibili (VISA)?

 

L’infezione viene trattata con antibiotici e, quando necessario, con il drenaggio del materiale che si è accumulato nell’area dove si è sviluppata l’infezione.

Quando gli antibiotici non sono efficaci o si è portatori di protesi metalliche può essere richiesto di sottoporsi ad un intervento chirurgico.

 

Importante avvertenza

 

Le informazioni di questa scheda forniscono delle semplici indicazioni di carattere generale e non possono in nessun caso sostituirsi al parere del medico. In presenza di una situazione di malessere è sempre consigliabile rivolgersi al proprio curante o recarsi al più vicino Pronto Soccorso.