Che cos’è un’infezione da streptococco di gruppo A (invasiva)?

 

Si tratta di un batterio che è comunemente presente nella gola e sulla pelle. Solitamente scatena delle infezioni lievi, ma può anche essere associata a delle malattie serie e anche pericolose per la salute.

L’infezione invasiva da streptococco di gruppo A può essere molto grave, anche pericolosa per la vita a causa del fatto che i batteri si disseminano nell’intero corpo ed in particolare nei polmoni, nel sangue, nei muscoli profondi o nel tessuto adiposo.

 

Come si contrae un’infezione da streptococco di gruppo A (invasiva)?

 

Questo tipo di infezione si trasmette tramite il contatto diretto con le secrezioni che provengono dal naso o dalla bocca di individui infetti o attraverso lesioni della pelle infetta.

L’infezione può essere trasmessa anche da dei portatori asintomatici, anche se in questo caso risulta essere molto meno contagiosa.

Nello specifico, questa infezione si manifesta quando riesce a sopraffare le difese dell’organismo per il fatto di essere già penetrata in profondità nei tessuti attraverso ferite oppure per avere approfittato della presenza di malattie che sono in grado di indebolire l’intero sistema immunitario.

Le forme più gravi e pericolose sembrano essere in grado di produrre delle tossine capaci di provocare danni agli organi e enzimi in grado di distruggere i tessuti.

 

Quali sono i sintomi di un’infezione da streptococco di gruppo A (invasiva)?

 

L’infezione da streptococco di gruppo A può essere completamente asintomatica. Quando l’infezione interessa buona parte dell’organismo ed è pertanto invasiva, può essere associata a fascite necrotizzante o a sindrome da shock tossico.

I sintomi collegati a queste forme sono: febbre, stato confusionale, arrossamento attorno a eventuali ferite, rash cutaneo, pressione bassa, gonfiore, dolore intenso, capogiri e dolore addominale.

 

Come si può curare un’infezione da streptococco di gruppo A (invasiva)?

 

Queste infezioni – siano esse lievi o gravi – sono curabili con la penicillina. In caso di allergia a questo antibiotico può essere utilizzata l’eoitromicina, che può però essere associata a delle resistenze.

Per evitare che un infezione da streptococco di gruppo A diventi contagiosa sarà sufficiente un trattamento antibiotico della durata di 24 ore. La cura dell’infezione prevede però che la terapia antibiotica sia condotta a termine.

 

Importante avvertenza

 

Le informazioni di questa scheda forniscono semplici delle indicazioni di carattere generale e non possono in alcun caso sostituirsi al parere del medico. In presenza di una situazione di malessere è sempre dunque consigliabile rivolgersi al proprio medico o recarsi al più vicino Pronto Soccorso.