Che cos’è l’acido linoleico?

L’acido linoleico è un acido grasso essenziale, poiché indispensabile al mantenimento dell’organismo in buona salute. Questo acido viene assunto attraverso l’alimentazione o mediante gli integratori, poiché il nostro organismo non riesce a produrlo.

È un acido grasso polinsaturo perché possiede un numero di doppi legami carbonio/carbonio superiore a uno. Fa parte del gruppo degli acidi grassi omega 6, il cui nome deriva dal fatto che dal punto di vista della struttura chimica il primo doppio legame carbonio/carbonio che li caratterizza si trova sul sesto atomo di carbonio rispetto all’ultimo atomo di carbonio della catena, chiamato carbonio omega. Troviamo l’acido linoleico in buone quantità in alcuni tipi di oli, come quello di girasole e di mais, ma anche nella frutta secca, nel germe di grano e nella soia. Questo acido grasso essenziale ha diverse forme derivate, la più famosa delle quali è la forma coniugata (acido linoleico coniugato).

 

Qual è la funzione dell’acido linoleico?

All’acido linoleico vengono attribuite varie proprietà, per cui questa sostanza viene inserita come ingrediente in diversi integratori. Fra i ruoli che sembra assumere troviamo il mantenimento in salute delle membrane cellulari e la promozione della crescita cellulare; inoltre, sarebbe coinvolto nella sintesi di alcune molecole implicate in importanti processi come la coagulazione del sangue e la mediazione della risposta infiammatoria. Sembra che l’acido linoleico sia anche in grado di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue.

Secondo le indicazioni dell’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, l’acido linoleico contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue. L’Efsa precisa che al fine di poter godere degli effetti benefici di questa sostanza è necessario assumerne 10 grammi al giorno.

 

Avvertenze e possibili controindicazioni

Questa sostanza può causare effetti collaterali come problemi di stomaco, nausea, diarrea e affaticamento. La sua assunzione, inoltre, potrebbe rallentare la coagulazione del sangue, aumentando così il rischio di lividi ed emorragie in chi soffre di disturbi della coagulazione. Per questi motivi potrebbe essere controindicata anche in previsione di un intervento chirurgico. L’assunzione viene anche sconsigliata  in caso di gravidanza e allattamento. A oggi non risultano interazioni tra l’assunzione di acido linoleico e quella di farmaci o altre sostanze.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere  medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio  medico curante o di un esperto di nutrizione.