Che cos’è l’arabinoxilano?

 

L’Arabinoxilano è una fibra alimentare presente in cereali come il frumento, il mais, il riso, la segale, l’avena e l’orzo e che viene utilizzata anche a scopo medicinale.

 

A cosa serve l’arabinoxilano?

 

All’Arabinoxilano viene attribuita la capacità di ridurre la quantità di zuccheri e di colesterolo assorbiti dall’apparato digerente. La sua assunzione per via orale viene proposta per combattere le malattie cardiache, la costipazione, il diabete, il prediabete e la sindrome metabolica. Inoltre, viene proposto per aiutare il dimagrimento.

 

L’Efsa (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) ha autorizzato solo il claim secondo cui l’Arabinoxilano, assunto ai pasti, contribuisce a ridurre il successivo aumento del glucosio nel sangue. Tale claim può, però, essere utilizzato solo per prodotti che contengono almeno 8 grammi di Arabinoxilano da endosperma di grano (almeno il 60% in peso) per 100 grammi di carboidrati disponibile per porzione quantificata, come parte di un pasto. Non sono invece stati approvati i claim secondo cui l’Arabinoxilano favorirebbe naturalmente il funzionamento del sistema immunitario, lo supporterebbe e supporterebbe la risposta immunitaria e le difese dell’organismo.

 

Avvertenze e possibili controindicazioni

 

Nono sono note condizioni in cui l’assunzione di supplementi a base di Arabinoxilano potrebbe interferire con quella di medicinali o di altre sostanze. In caso di dubbi, è sempre bene chiedere un consiglio al proprio medico.

 

L’assunzione per via orale di Arabinoxilano può essere associata a effetti collaterali come dissenteria, flatulenza o dolori di stomaco. Inoltre, può ridurre i livelli di zuccheri in chi soffre di diabete, che quindi potrebbe dover aggiustare di conseguenza le dosi di farmaci antidiabetici assunti. Il suo effetto sui livelli di zuccheri nel sangue potrebbe, inoltre, renderlo controindicato in caso di interventi chirurgici programmati. In caso di dubbi a tal proposito, è bene chiedere consiglio al proprio medico.

 

Non si hanno informazioni sufficienti per garantire la sicurezza dell’assunzione di Arabinoxilano durante la gravidanza e l’allattamento. Anche in questo caso, la scelta migliore è consultarsi con il proprio medico prima dell’assunzione.

 

Disclaimer

 

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il   parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai   consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.