Lo yoga terapeutico combina i benefici psicofisici dello yoga classico – legati al controllo della respirazione diaframmatica, alla consapevolezza del proprio corpo e del movimento – ai principi efficaci e validati della fisioterapia tradizionale. 

E’ una disciplina che permette di gestire e migliorare fastidi e dolori muscolo-scheletrici o causati da situazioni di stress emotivo, tra cui anche il dolore alla cervicale.

Ne parla la dottoressa Chiara Ponti, fisioterapista in Humanitas Medical Care Milano Domodossola e Arese consigliando anche alcune posizioni mirate e strategiche per ridurre questo dolore.

Il dolore cervicale

Il torcicollo è spesso causato da posture scorrette, tenute per diverse ore al giorno in ufficio, magari seduti alla scrivania davanti al computer. Un’abitudine che porta all’irrigidimento dei muscoli della cervicale, provocando un dolore che si diffonde fino alle spalle e alla testa.

La parte alta della schiena è una zona molto delicata, che spesso dimentichiamo di ‘allenare’, ma se non si eseguono costantemente esercizi posturali in grado di rafforzare i muscoli che sorreggono la testa le probabilità di soffrire di cervicalgia aumentano.

Lo yoga terapeutico

La lezione di yoga terapeutico è tenuta da una fisioterapista specializzata in questa disciplina. L’obiettivo, durante le sedute individuali o di gruppo che durano circa un’ora, “è quello di trasformare una semplice seduta di rieducazione motoria in un esercizio più completo, agendo non solo sul corpo ma anche sulla mente, grazie al rilassamento fisico e psichico che lo yoga induce” e nei casi più critici e cronici è considerato “uno strumento di cura da affiancare a quella medico-farmacologica”, ha spiegato la dottoressa Ponti.

Le posizioni mirate alla cura della cervicale

Il trattamento della cervicalgia attraverso lo yoga terapeutico “trova la sua azione nell’attivazione di quei muscoli che ci permettono di migliorare la postura ed “alleggerire” il carico sulle spalle e alla base del collo, zone che normalmente sentiamo dolenti e contratte”, ha chiarito la dottoressa. L’attivazione dei muscoli avviene attraverso l’esecuzione “delle asana trasmesse dallo yoga ma scelte e rielaborate sulla base di ogni esigenza del paziente. Rinforzando i muscoli, che migliorano la postura, e contemporaneamente allungando la muscolatura contratta andiamo a portare benessere alla zona cervicale”.

Quante lezioni servono affinché sia efficace?

“La costanza è la chiave per il miglioramento” perché “dobbiamo dare il tempo alle catene muscolari di adattarsi al nuovo esercizio e di rinforzarsi. Oltre alle sedute, al paziente consigliamo di lavorare anche in autonomia a casa, una volta imparate le posizioni corrette”. 

Affinché l’allenamento sia efficace e i muscoli trovino benessere andrebbe eseguita “una seduta di yoga terapeutico almeno una volta a settimana; normalmente bastano poche sedute per sentire beneficio ma un maggior tempo per consolidare il risultato”, ha concluso Ponti.

Corsi di Yoga di gruppo in Humanitas Medical Care Milano Domodossola

A partire dal 26 settembre in Humanitas Medical Care Milano Domodossola saranno disponibili i corsi di Yoga di gruppo tenuti dalla dott.ssa Ponti. Vieni a scoprirli nella sessione gratuita di open day il 19 settembre alle ore 17:30.