Mal di schiena? State seduti correttamente sul divano?

La scuola e il lavoro ci costringono a trascorrere seduti molte ore della nostra giornata. La sedentarietà è inevitabile e diventa, quindi, fondamentale cercare di muoversi appena possibile per sgranchirsi e cambiare posizione.

Altrettanto importante è il riposo e la posizione che assumiamo, per esempio, sul divano, la sera, davanti alla televisione.

Ne abbiamo parlato con la dottoressa Daniela Lucini, professore associato all’Università degli Studi di Milano e responsabile della Sezione di Medicina dell’esercizio e patologie funzionali in Humanitas, e il dottor Stefano Respizzi, direttore del Dipartimento di Riabilitazione e recupero funzionale.

L’importanza del movimento e del riposo

La sedentarietà è nemica della salute in generale, mentre il movimento aiuta a contrastare molti disturbi, in particolare alla cervicale e alla schiena.

Anche il riposo è indispensabile per rigenerare il nostro corpo e capita spesso, soprattutto la sera, di rilassarci sul divano anche per diverso tempo.

Il divano, però, può diventare un nemico per la nostra schiena. Non è tanto il numero delle ore in cui stiamo seduti a provocare dolori alla schiena, alle gambe e alle braccia, quanto la postura scorretta che assumiamo, che costringe la colonna vertebrale in una posizione non fisiologica.

Posizioni da evitare sul divano

Una delle principali cause del mal di schiena è il modo scomposto in cui stiamo seduti sul divano di casa, soprattutto quando guardiamo la televisione.

La postura corretta è quella che consente di mantenere le curve fisiologiche della colonna vertebrale: la cifosi dorsale e la lordosi lombare.

È molto importante scegliere accuratamente sedie, poltrone e divani: bisogna evitare che siano troppo comodi e che ci facciano sprofondare. A questo proposito esistono sedie e sedili per le auto ergonomici, pensati per sostenere la zona lombare. Pertanto, quando siamo seduti sul divano dobbiamo stare attenti che il bacino non sia più in basso delle gambe e a non assumere posizioni errate che, se mantenute a lungo e trascurate, possono portare a ipercifosi (dorso curvo) o iperlordosi (curvatura in avanti della colonna lombare), con conseguenti e inevitabili problemi alla schiena.

Inoltre, non bisogna rimanere seduti troppo a lungo sul divano (al massimo un paio d’ore) e cercare di alzarsi ogni tanto per fare due passi o per eseguire qualche esercizio di stretching.

Come sedersi correttamente sul divano

È fondamentale imparare a stare seduti sul divano nel modo giusto per non compromettere la salute della schiena e non andare incontro a fastidiosi dolori.

Ecco le regole fondamentali da rispettare:

  •    il bacino deve essere perfettamente aderente allo schienale del divano;
  •    la parte lombare è staccata in modo da mantenere la fisiologica curvatura. Può essere utile un piccolo cuscino dietro la curvatura lombare;
  •    il dorso deve stare in contatto con lo schienale;
  •    la testa e il collo devono restare diritti, in linea con la colonna vertebrale e, possibilmente, appoggiati a un sostegno per poter rilassare la muscolatura ed evitare contratture;
  •    le cosce devono essere perpendicolari alla schiena e disegnare con essa un angolo retto o di 110 gradi;
  •    le gambe possono seguire la posizione seduta o essere sollevate.

 

 

 

I numeri di Humanitas
  • 12.000.000 Visite
  • 1.000.000 pazienti
  • 7.300 professionisti
  • 190.000 ricoveri
  • 12.000 medici