Patologie della mano: quali sono e quando è necessaria la chirurgia?

Mani affaticate che si addormentano la notte? Una brutta caduta o un colpo mentre si pratica sport? Dolori o sensazione di rigidezza? Almeno una volta nella vita, a tutti è capitato di dover affrontare un problema alle mani. 

Sebbene le ossa, i muscoli, i tendini e i legamenti della mano abbiano dimensioni ridotte, l’impatto causato da un loro malfunzionamento può essere grande. Le patologie della mano possono interessare tutte le età, ed essendo patologie molto delicate è bene che se ne occupi uno specialista: il chirurgo della mano. Ne parliamo con il dott. Giorgio Pivato, specialista in chirurgia della mano del centro Orto e Fisio Medical Care.

Patologie infiammatorie dei tendini 

Nell’età adulta, le patologie infiammatorie tendinee, come il dito a scatto o il Morbo di De Quervain, sono molto comuni. In questo tipo di patologie i tendini della mano si infiammano e, a causa della loro conformazione anatomica, l’infiammazione tende a cronicizzarsi provocando dolore e limitando l’utilizzo della mano. 

Nei casi più lievi è possibile iniziare con un trattamento conservativo, con un tutore fatto su misura del paziente che – indossato solo la notte – consentirà di ridurre l’infiammazione. Qualora il trattamento conservativo non dovesse dare i risultati sperati o lo stadio dell’infiammazione dovesse essere troppo avanzato si renderà necessario un intervento chirurgico mininvasivo della durata di pochi minuti, che consentirà di riprendere da subito l’utilizzo completo della mano.

Sindrome del tunnel carpale 

Risvegli notturni con la sensazione di avere la mano completamente informicolata? Potrebbe essere dovuto alla sindrome del tunnel carpale, caratterizzata da un nervo schiacciato a livello del polso. In tal caso, la diagnosi è molto semplice: è sufficiente eseguire una elettromiografia per lo studio del nervo mediano che chiarirà la diagnosi e lo stadio di sofferenza del nervo. In genere, con un piccolo intervento chirurgico della durata di pochi minuti è possibile risolvere il problema e tornare subito all’utilizzo completo della mano.

Artrosi della mano: la rizoartrosi

Spesso le mani sono le prime articolazioni a risentire dell’artrosi. La rizoartrosi si manifesta con un dolore acuto alla base del pollice che limita la presa degli oggetti. In questo caso, il trattamento prevede che il paziente indossi un tutore fatto su misura, in modo da ridurre il dolore. Qualora il tutore non fosse sufficiente si possono associare delle terapie fisiche: solo nei casi più gravi si ricorre all’intervento chirurgico.

Morbo di Dupuytren 

Una patologia piuttosto frequente è il morbo di Dupuytren, dei piccoli noduli che si sviluppano a livello del palmo della mano, soprattutto in corrispondenza del medio e dell’anulare, spesso confusi con delle banali callosità. Nella maggior parte dei casi la patologia non progredisce ulteriormente, ma se evolve può piegare gradualmente le dita interessate rendendole rigide. Nei casi iniziali non viene indicato alcun tipo di trattamento, ma quando le dita cominciano a piegarsi ogni caso va studiato per identificare l’approccio terapeutico più adeguato.

Traumi  

La mano ed il polso sono spesso soggetti a traumi, sia in ambito lavorativo che sul campo sportivo. Ogni trauma – anche di piccole dimensioni, i cui sintomi non si risolvono però nel giro di pochi giorni – va indagato attraverso una visita specialistica. Se trascurato, infatti, può determinare il peggioramento del quadro clinico. La regola “lo muovo quindi non è rotto” non è valida in alcun caso!

Il ruolo del fisioterapista 

Molte patologie, nei loro stadi iniziali, non necessitano di un intervento chirurgico. Possono infatti risolversi con un trattamento conservativo che prevede un percorso di fisioterapia, eseguito da un fisioterapista della mano, e tutori confezionati su misura. 

In caso di intervento, il fisioterapista si rivela fondamentale durante il  trattamento post-operatorio, per garantire una migliore guarigione ed un pronto recupero dell’utilizzo della mano.

Chirurgia della Mano
Dott. Giorgio Pivato
Visite ed Esami
Visita ortopedica
I numeri di Humanitas
  • 12.000.000 Visite
  • 1.000.000 pazienti
  • 7.300 professionisti
  • 190.000 ricoveri
  • 12.000 medici