Ulcera gastrica: gli uomini sono i più colpiti

L’ulcera gastrica è una condizione patologica di notevole rilevanza sociale, caratterizzata da una lesione della mucosa dello stomaco che si estende a interessare gli strati più interni. Ha un’eziologia multifattoriale, ma è sempre il risultato di uno squilibrio tra fattori aggressivi (acido cloridrico e pepsina) e fattori difensivi (muco e bicarbonati) della mucosa gastroduodenale

Gli uomini sono più frequentemente colpiti rispetto alle donne, con un rapporto di 3:1. Nel sesso maschile, la comparsa dell’ulcera peptica è rara prima dei 20 anni, ma la sua incidenza cresce nel corso delle decadi successive fino a raggiungere un picco massimo in corrispondenza dei 50 anni. La malattia ulcerosa si associa a una significativa morbidità, e può essere causa di mortalità per l’insorgenza di complicanze quali emorragia e perforazione.

Ne abbiamo parlato con il dottor Danilo Paduano, gastroenterologo presso l’ambulatorio Humanitas Medical Care a Varese.

Quali sono le cause dell’ulcera gastrica?

Tra le cause dell’ulcera gastrica possono esserci:

–   Infezione da parte di un batterio (Helicobacter pylori)

–   Predisposizione genetica

–   Uso di farmaci (come aspirina e antinfiammatori)

–   Consumo eccessivo di bevande alcoliche

–   Stress

Quali sono i sintomi?

Il sintomo più frequente dell’ulcera gastrica è il dolore addominale, generalmente localizzato in epigastrio (la cosiddetta ‘bocca dello stomaco’), che può irradiarsi posteriormente. Si tratta di un dolore sordo che insorge precocemente subito dopo aver mangiato o che, addirittura, può essere aggravato dal pasto stesso. Negli altri casi il dolore presenta caratteristiche meno specifiche e può essere accompagnato o sostituito da altri sintomi dispeptici come senso di ripienezza e\o gonfiore post-prandiale, digestione lenta, nausea talvolta accompagnata da vomito, pirosi epigastrica e retrosternale, inappetenza e dimagrimento. Essendo una patologia caratterizzata da cicatrizzazioni e recidive, è naturale che anche la sintomatologia sia in genere intermittente ed episodica, intervallata da periodi di benessere della durata di alcuni mesi, con periodi di riacutizzazione prevalentemente stagionali, solitamente in primavera e in autunno.

Stress e medicinali possono favorire l’insorgenza dell’ulcera gastrica?

Sì, lo stress così come alcuni farmaci possono aumentare il rischio di sviluppare un’ulcera gastrica. In particolare, lo stress psicologico intenso e gli stati d’ansia molto severa, correlati a problematiche familiari, di lavoro o finanziarie, sono responsabile di una infiammazione della parete dello stomaco. Tra i farmaci responsabili di danno gastrico invece ricordiamo principalmente il FANS, l’aspirina e i cortisonici. I FANS sono, dopo l’infezione da Helicobacter pylori, la seconda causa di malattia. Sono tra i medicinali più utilizzati al mondo per il trattamento dell’infiammazione e del dolore, e spesso la loro assunzione non avviene sotto controllo medico, ma per “automedicazione”. Al fine di prevenire il danno gastrointestinale, è preferibile associare farmaci come gli inibitori di pompa protonica, ai pazienti che richiedono terapia a lungo termine con FANS, o in trattamento cronica, con aspirina.

Quali sono i rimedi per l’ulcera gastrica?

Un corretto trattamento dell’ulcera gastrica non può prescindere da un’adeguata diagnosi delle cause scatenanti. Ciò consente di modificare la storia naturale della malattia ulcerosa caratterizzata dalla comparsa di recidive nell’80% dei casi entro un’anno. Per tale ragione l’esofagogastroduodenoscopia rappresenta un esame strumentale utile per un corretto inquadramento clinico. I farmaci che devono essere impiegati nel trattamento dell’ulcera gastrica sono i farmaci antisecretori, come gli inibitori di pompa protonica, che inibiscono profondamente la produzione intragastrica di acido, e gli antagonisti dei recettori H2 dell’istamina. Inoltre, in presenza di infezione da Helicobacter pylori, fondamentale allo scopo di prevenire recidive è il suo trattamento con farmaci antibiotici. 

Gastroenterologia
Dr. Danilo Paduano
Visite ed Esami
Visita gastroenterologica

Sedi

Humanitas Medical Care
Varese
Via S. Michele Arcangelo, 6, Varese, Varese, Italia
I numeri di Humanitas
  • 12.000.000 Visite
  • 1.000.000 pazienti
  • 7.300 professionisti
  • 190.000 ricoveri
  • 12.000 medici