Schegge e spine sono i corpi estranei che più frequentemente penetrano nella pelle. Si tratta di piccoli incidenti che causano in genere un lieve dolore e che, solo in alcuni casi, evolvono in infezioni.

A esserne più colpite sono le mani, ma può capitare anche con le cosce – se ci si siede su vecchie sedie o panchine di legno, per esempio – o con i piedi, soprattutto se si cammina scalzi.

 

Cosa fare in caso di corpo estraneo nella pelle?

Lavare con acqua fresca la parte interessata, asciugare, tamponando e non strofinando, e disinfettare.

Bisogna poi estrarre la scheggia o la spina. Se il corpo estraneo non è del tutto penetrato nella pelle, è consigliabile provare ad afferrarlo con delle pinzette per sopracciglia, dopo averle lavate e disinfettate, e rimuovere delicatamente per evitare che la spina o la scheggia si spezzi. L'operazione potrebbe risultare un po' dolorosa, ma è molto veloce, se ben condotta.

Qualora la scheggia o la spina si rompano, nel tentativo di estrazione, procedere disinfettando un ago e, sempre con attenzione, creare un piccolo spazio per estrarre la parte rimasta nella pelle. Infine disinfettare e coprire con un cerotto per un paio di giorni.

 

Cosa non fare in caso di corpo estraneo nella pelle?

In caso di corpo estraneo nella pelle è meglio evitare di strofinare la cute e utilizzare strumenti non accuratamente disinfettati.

 

Disclaimer: le informazioni contenute in quest'articolo non sostituiscono in alcun modo l'intervento o le indicazioni degli operatori di primo soccorso e forniscono solo semplici suggerimenti per tenere sotto controllo la situazione nell'attesa dei soccorsi.