Viene utilizzata nel trattamento dei sintomi delle reazioni allergiche.

 

Che cos'è l'acrivastina?

L'acrivastina blocca  gli effetti dell'istamina, aiutando in tal modo ad alleviare i sintomi delle reazioni allergiche.

 

Come si assume l'acrivastina?

L'acrivastina viene somministrata per via orale (da sola o combinata ad altri farmaci).

 

Effetti collaterali dell'acrivastina

Fra i suoi possibili effetti collaterali può essere inclusa una leggera sonnolenza.

È importante rivolgersi immediatamente alle cure di un medico in caso di:

  • rash
  • prurito
  • gonfiore di volto, gola, lingua o labbra
  • orticaria
  • senso di pesantezza, oppressione o dolore al petto
  • difficoltà a respirare
  • Controindicazioni e avvertenze
  • Prima di assumere acrivastina è opportuno rendere edotto il medico:
  • circa la presenza di allergie al principio attivo, ad altri farmaci (in particolare in particolare ad altri antistaminici), ad altre sostanze o ad alimenti
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori già assunti in passato
  • se si soffre (o si è sofferto nel pregresso) di problemi renali o porfiria
  • in caso di donne gravide o in allattamento
  • A trattamento in corso è opportuno limitare il consumo di alcol.
  • In alcuni soggetti il farmaco può indurre sonnolenza; è quindi opportuno prestare la dovuta  attenzione prima di mettersi alla guida o di manovrare dei macchinari potenzialmente pericolosi.