Che cos’è l’Amiloride?

L'Amiloride è un farmaco diuretico appartenente al gruppo dei diuretici risparmiatori di potassio. Agisce contrastando a livello renale gli effetti dell'aldosterone (ormone steroideo prodotto dallo strato esterno della corteccia surrenale). In virtù delle sue caratteristiche farmacodinamiche, l’Amiloride esplica i seguenti effetti:

  • favorisce diuresi e natriuresi, ossia eliminazione di acqua e sodio, con conseguente riduzione della pressione arteriosa

  • causa ritenzione di potassio

 

A cosa serve l'Amiloride?

L'Amiloride viene utilizzato nel trattamento dei disturbi associati ad accumulo di liquidi nei tessuti, come:

  • ipertensione

  • scompenso cardiaco congestizio con conseguente edema
  • cirrosi epatica ascitogena, ossia con accumulo di liquidi nell’addome
  • sindrome nefrosica
  • iperaldosteronismo

 

Come si assume l'Amiloride?

L'Amiloride può essere assunto in modi diversi:

  • per bocca, sotto forma di compresse o polvere per sospensione orale

  • per via parenterale, sotto forma di polvere e solvente per soluzione iniettabile

 

Quali sono gli effetti collaterali dell'Amiloride?

Gli effetti collaterali che possono dipendere dall'assunzione dell’Amiloride sono riconducibili a diversi organi e apparati. I più comuni sono:

  • disturbi gastrointestinali: nausea, vomito, dolori addominali, diarrea o stipsi, sete, secchezza delle fauci

  • disturbi dermatologici: rash cutaneo, sensazione di prurito
  • disturbi neurologici: sensazione di stordimento, debolezza, mal di testa, vertigini

Poiché l’Amiloride agisce sul bilancio del sodio e del potassio, in particolare aumentando l’eliminazione di sodio e riducendo quella del potassio, il trattamento con il farmaco può comportare:

  • iperkaliemia o iperpotassiemia, ossia aumento della concentrazione plasmatica di potassio
  • iponatriemia o iposodiemia, ossia riduzione della concentrazione plasmatica di sodio

 

Quali sono le controindicazioni all’uso dell'Amiloride?

L'impiego dell’Amiloride è controindicato nei seguenti casi:

  • nei bambini

  • nei soggetti con insufficienza renale cronica
  • nei soggetti con diabete mellito
  • nei soggetti con patologie cardiopolmonari
  • nei soggetti con iperpotassiemia
  • durante la gravidanza e l’allattamento

L'Amiloride può causare iperpotassiemia soprattutto in pazienti affetti da insufficienza renale, diabete mellito e nei soggetti anziani.

L’Amiloride deve essere attentamente monitorato negli anziani. Poiché il paziente anziano è particolarmente a rischio di sviluppare iposodiemia durante la terapia con diuretici, è bene utilizzare infatti il farmaco con cautela in tali pazienti.

 

Avvertenze

L’Amiloride è generalmente controindicato durante la gravidanza e l’allattamento. Il farmaco può essere, dunque, utilizzato in tali condizioni solo in caso di effettiva necessità e dopo attenta valutazione del rapporto tra i potenziali benefici per la madre e i potenziali rischi per il nascituro o il lattante.

In alcuni casi l’Amiloride può indurre sonnolenza e altri sintomi che possono alterare lo stato di attenzione e vigilanza del paziente. In tali casi è consigliabile non mettersi alla guida di veicoli o di macchinari potenzialmente pericolosi.