Il cefdinir è un medicinale impiegato per il trattamento di alcune infezioni batteriche, per esempio polmoniti, bronchiti, infezioni all'orecchio, sinusiti, faringiti, tonsilliti e infezioni cutanee.

 

Che cos'è il cefdinir?

Il cefdinir è una cefalosporina che agisce inibendo la sintesi della parete cellulare dei batteri.

 

Come viene somministrato il cefdinir?

Il cefdinir si assume per via orale, di norma sotto forma di capsule o sospensione. Solitamente la posologia è di due dosi al giorno, ingerite preferibilmente con del cibo o del latte per evitare eventuali disturbi allo stomaco.

 

Effetti collaterali del cefdinir

Fra i possibili effetti collaterali del cefdinir troviamo:

  • affaticamento
  • dissenteria
  • disturbi allo stomaco
  • emicrania
  • giramenti di testa
  • perdita dell'appetito
  • vomito

È necessario contattare immediatamente un medico in caso di:

  • difficoltà a deglutire
  • difficoltà di respirazione
  • gonfiore a bocca, viso, labbra o lingua
  • infezioni vaginali
  • orticaria
  • prurito
  • rash
  • senso di oppressione al petto

 

Controindicazioni e avvertenze

In caso di terapia con antiacidi a base di magnesio o alluminio o con prodotti contenenti ferro si consiglia di assumerli almeno due ore prima o dopo rispetto al cefdinir.

Prima dell'assunzione di cefdinir è necessario comunicare al medico:

  • se si soffre di allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, ad altri farmaci (soprattutto ad altre cefalosporine o alle penicilline) o ad altri alimenti o sostanze
  • se si assumono altri medicinali, fitoterapici e integratori, soprattutto probenecid
  • se si soffre (o si ha sofferto) di colite, diabete o malattie renali
  • se si è incinta o si sta allattando al seno.