Il cetuximab viene impiegato per il trattamento di certi tipi di tumori alla testa, al collo e al colon retto.

 

Che cos'è il cetuximab?

Il cetuximab è un anticorpo monoclonale in grado di agire bloccando l'azione di un fattore di crescita importante per la crescita e la sopravvivenza di certi tipi di cellule tumorali.

 

Come viene somministrato il cetuximab?

Il cetuximab si assume per mezzo di infusioni venose, da solo o abbinato ad altri medicinali o alla radioterapia.

 

Effetti collaterali del cetuximab

Il cetuximab può aumentare la sensibilità della pelle al sole e ridurre la capacità dell'organismo di contrastare le infezioni.

Fra i possibili effetti collaterali troviamo:

  • acne leggera
  • costipazione
  • debolezza
  • dissenteria
  • disturbi allo stomaco
  • disturbi del sonno
  • dolori articolari
  • emicrania
  • indigestione
  • mal di gola leggero
  • nausea
  • perdita dei capelli
  • perdita dell'appetito
  • perdita di peso
  • problemi alle unghie
  • secchezza cutanea
  • secchezza delle fauci
  • stanchezza
  • variazioni del senso del gusto
  • vomito

È necessario contattare immediatamente un medico in caso di:

  • acne grave
  • bruciori, intorpidimenti o pizzicori
  • cambiamenti dell'umore o del comportamento
  • collo rigido
  • confusione
  • difficoltà di respirazione
  • dolore al petto, alla mascella o al braccio
  • dolore alle ossa
  • dolore, arrossamenti o gonfiore nel punto di iniezione
  • dolore, arrossamento, gonfiore o irritazione a occhi o palpebre
  • dolori, debolezza o crampi muscolari
  • febbre, brividi o mal di gola persistente
  • forte emicrania
  • forte secchezza orale o oculare
  • gonfiore a bocca, viso, labbra o lingua
  • gonfiore a mani, gambe o piedi
  • livelli di magnesio nel sangue bassi
  • minzione ridotta
  • nausea o vomito improvvisi
  • orticaria
  • piaghe sulle labbra o in bocca
  • problemi cutanei
  • problemi polmonari o respiratori
  • prurito
  • rash
  • raucedine insolita
  • sangue nell'espettorato
  • senso di oppressione al petto
  • sudorazioni insolite
  • svenimenti

 

Controindicazioni e avvertenze

Il cetuximab può essere controindicato in caso di mutazioni al gene K-RAS.

Prima di assumere questo farmaco è necessario comunicare al medico:

  • se si soffre di allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, a qualsiasi altro farmaco, alimento o sostanza
  • se si assumono altri medicinali, fitoterapici ointegratori
  • se si soffre (o si ha sofferto) di problemi polmonari o respiratori, anomalie nei livelli di elettroliti nel sangue, infezioni alle vie respiratorie. problemi ai vasi sanguigni o disturbi cardiaci
  • se si sta effettuando o si ha in programma trattamenti con radioterapia o chemioterapia
  • se si è incinta o si sta allattando al seno

 

È importante informare medici, chirurghi e dentisti del trattamento con cetuximab.

Durante la terapia e almeno per 6 mesi dopo la sua conclusione, è necessario che sia uomini che donne utilizzino metodi anticoncezionali efficaci.

Inoltre, durante l'assunzione di cetuximab non bisogna fare vaccini vivi.

Il farmaco può compromettere le capacità di guidare o di manovrare macchinari pericolosi. Tale effetto collaterale può essere amplificato dall'assunzione di alcolici e determinati medicinali.