L’affaticamento oculare, detto anche astenopia, è una forma di stanchezza oculare dovuta ad un sovraccarico lavorativo degli occhi, più precisamente dell’apparato muscolare del bulbo oculare. Quando si osserva un oggetto da vicino, l’occhio attiva sia questi muscoli per mettere a fuoco l’oggetto; si tratta di un vero e proprio sforzo che, a lungo andare, può indurre un affaticamento della vista. I disturbi più frequentemente avvertiti sono: sensazione di secchezza oculare, come se si avvertisse un corpo estraneo nell’occhio, bruciore oculare con lacrimazione, ma anche mal di testa, visione sdoppiata o annebbiata e fastidio alla luce.

Quali sono i rimedi contro l’affaticamento oculare?

I rimedi contro l’affaticamento oculare variano a seconda della patologia che causa questo problema. In generale è possibile:

  • Indossare occhiali adatti alla propria vista e che tengano conto della giusta lontananza di lavoro per la messa a fuoco di un oggetto (ad esempio, la distanza occhio-schermo).
  • Modificare il grado di illuminazione del proprio ambiente di lavoro, a seconda delle esigenze.
  • Lubrificare l’occhio utilizzando le lacrime artificiali.

Quali malattie si possono associare ad affaticamento oculare?

Le patologie legate all’affaticamento oculare sono le seguenti:

  • Ambliopia
  • Astigmatismo
  • Blefarite
  • Cheratocono
  • Congiuntivite
  • Herpes zoster oftalmico
  • Ipermetropia
  • Miopia
  • Presbiopia
  • Retinoblastoma
  • Retinopatia diabetica
  • Sindrome dell’occhio secco
  • Strabismo

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Affaticamento oculare, quando rivolgersi al proprio medico?

È importante e utile consultare il medico in caso di malattie precedentemente diagnosticate (si veda l’elenco delle patologie).