La perdita di ricordi o di memoria, detta anche amnesia (dal gerco “a-mnesis), sta ad indicare l’impossibilità di ricordare qualcosa. Si tratta di un deperimento e indebolimento della memoria. Le cause di questo sintomo sono: lesioni celebrali, disfunzioni del cervello e traumi. L’amnesia varia da soggetto a soggetto, può essere perenne o temporanea, parziale o totale, acquisita o ereditaria.

Quali sono i rimedi contro la amnesia?

In caso di amnesia, è importante scoprire qual sia la causa che ha originato tale disturbo e agire su di essa. Non bisognerebbe mai minimizzare i problemi di memoria, anche se discontinui e non permanenti, ma parlarne con il proprio medico curante.

Quali malattie si possono associare alla perdita di ricordi?

Le malattie associate all’amnesia sono:

  • Demenze
  • Intossicazione da monossido di carbonio
  • Lesioni cerebrali
  • Morbo di Alzheimer
  • Traumi cerebrali

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Amnesia, quando rivolgersi al proprio medico?

È necessario rivolgersi al medico se sono già state diagnosticate delle patologie associate al sintomo (si veda elenco malattie).