L’anosmia consiste nella perdita totale dell’olfatto. Può essere un sintomo parziale o integrale, passeggero o immutabile. La gravità dell’anosmia dipende molto dal tipo di causa scatenante. Questa privazione può compromettere la sensazione di mangiare (può compromettere anche il gusto), cosa che nel lungo periodo, può condurre ad altre problematiche quali depressione, malnutrizione e dimagrimento.

 Quali sono i rimedi contro anosmia?

L’anosmia può essere dovuta a sinusiti, raffreddori o allergie e, in questi casi, si tratta di un disturbo passeggero. A volte sono necessari antibiotici, altre invece si richiede la rimozione di materiale presente nel naso che impedisce di percepire gli odori. Dopo i 60 anni l’anosmia può divenire definitiva, anche se si tratta comunque di casi sporadici.

Quali malattie si possono associare ad anosmia?

Le malattie associate all'anosmia sono:

  • Polipo nasale
  • Raffreddore
  • Sinusite

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Anosmia, quando rivolgersi al proprio medico?

È importante contattare il medico se il disturbo non svanisse in pochi giorni.