Si parla di anuria quando l’apparato urinario non è più in grado di emettere urina. Se la quantità di urina prodotta giornalmente è inferiore ai 100 ml significa che la persona presenta questo disturbo. All’origine di tale problema ci può essere una ridotta circolazione di sangue nei reni, un ischemia estesa, una necrosi o l’utilizzo di farmaci che hanno un effetto tossico sui reni.

Quali sono i rimedi contro l'anuria?

Per eliminare questo sintomo è necessario identificare e risolvere le cause che ne sono all’origine. Nelle situazioni più gravi bisogna sottoporsi all’emodialisi.

Quali malattie si possono associare all'anuria?

Le patologie correlate all'anuria sono:

  • Insufficienza renale
  • Sepsi
  • Shock settico

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Anuria, quando rivolgersi al proprio medico?

L’anuria è un disturbo grave che può favorire il deposito di liquidi e sostanze tossiche nel corpo. Se si avvertisse una significativa riduzione giornaliera di urine è consigliato rivolgersi al proprio medico.