La fonofobia è una condizione di fastidio e paura dei rumori o suoni (pur lievi o bassi). Una persona fonofobica è infatti intollerante verso ogni fonte rumorosa, e sviluppa così una sorta di ipersensibilità percettiva. Con questo termine ci si riferisce anche ad una vera e propria paura dei suoni e addirittura del tono della propria voce. E’ evidente che alla base di questo problema vi sono disturbi psicologici. La stato di fonofobia cambia in base alle condizioni di salute del soggetto e dall’esistenza o meno di altre malattie quali ansia, depressione, stress, emicrania o cefalea.

Quali sono i rimedi contro la fonofobia?

I rimedi più adatti per ridurre questo sintomo dipendono dalla causa che ne è all’origine. Nei casi in cui la fonofobia comparisse in maniera anche inaspettata, sarà bene rivolgersi al proprio medico curante.

Quali malattie si possono associare alla fonofobia?

Le principali malattie associate alla fonofobia sono:

  • Cefalea
  • Disturbi d'ansia (fobie)
  • Meningite

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Fonofobia, quando rivolgersi al proprio medico?

Quando la fonofobia sembra essere legata a meningite è necessario recarsi in Pronto Soccorso. Risulta sempre importante informare il medico ogni qualvolta si sospettasse di soffrire di questo disturbo.