Il sintomo delle gengive gonfie può essere attribuito a più fattori: infezioni, gengiviti, malnutrizione e aumento del flusso di sangue durante la gestazione. Le gengive si arrossano e diventano più accentuate.

Quali sono i rimedi contro le gengive gonfie?

Uno dei rimedi più utili è quello di mantenere le gengive pulite, praticando risciacqui e bevendo molta acqua, in modo da eliminare più batteri possibili. Sarebbe ancora più importante cessare di fumare e non bere troppi alcolici. La cura più adatta dipenderà proprio dalla causa che ha scatenato il gonfiore gengivale. In alcuni casi, i colluttori o dentifrici specifici non sono sufficienti e, di conseguenza, il medico potrebbe prescrivere anche degli antibiotici. Applicare impacchi, soprattutto caldi, è sempre utile. Anche l’alimentazione e una buona igiene orale giocano un ruolo fondamentale nel mantenere le gengive sane. Nelle situazioni più problematiche, si deve intervenire con un curettage (procedura chirurgica di raschiamento per eliminare la placca e pulire le gengive gonfie).

Quali malattie si possono associare alle gengive gonfie?

Le malattie che possono associarsi al problema delle gengive gonfie sono:

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Gengive gonfie, quando rivolgersi al proprio medico?

Se il le gengive gonfie perdurano per oltre 14 giorni, è necessario contattare il medico oppure recarsi dal proprio dentista.