La ginecomastia è un aumento e un’alterazione del volume della ghiandola mammaria maschile, causata da un problema di bilanciamento tra il testosterone e gli estrogeni. Solitamente non si tratta di un disturbo grave, anche se può portare dolore nella zona interessata e colpire una sola mammella o entrambe.

Quali sono i rimedi contro la ginecomastia?

In linea teorica, la ginecomastia svanisce senza bisogno di alcuna cura. Se accompagnato da forte dolore o collegato ad una particolare patologia e a malnutrizione, questo sintomo richiederà di iniziare un trattamento farmacologico, oppure un intervento chirurgico per rimuovere il tessuto eccedente. Se il disturbo è sorto per via di alcuni medicinali bisognerà eliminarli o cambiare il dosaggio.

Quali malattie si possono associare alla ginecomastia?

Le malattie che si possono associare a ginecomastia sono:

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Ginecomastia, quando rivolgersi al proprio medico?

Se la ginecomastia è associata a forte dolore, maggiore sensibilità al tatto oppure perdita del capezzolo, sarà strettamente necessario consultare il medico.