L’ipoacusia è un processo graduale che può coinvolgere uno o entrambe le orecchie e causare la perdita di una parte dell’udito. La persona che ne soffre non riesce a seguire i discorsi pronunciati da più persone, sopratutto se intorno vi sono altri rumori, questo perché tutti i suoni sembrano attutiti e lontani. Tale disturbo può essere accompagnato da acufene, vertigine e problemi di equilibrio e, a volte, vi sono danni al timpano, traumi, uso di alcuni medicinali oppure, più semplicemente, l’orecchio è ostruito da cerume o altri liquidi. In taluni casi l’ipoacusia è data dall’invecchiamento o da problemi congeniti presenti fin dalla nascita.

Quali sono i rimedi contro l'ipoacusia?

Se il problema è dato dalla presenza di cerume, la soluzione sarà intensificare la pulizia delle orecchie. Nei casi più complicati però, questo lavaggio richiederà l’intervento medico. Lo stesso vale qualora vi fosse la presenza di un corpo estraneo. Se l’ipoacusia non dovesse migliorare sarà importante chiedere un parere al proprio medico, per verificarne le ragioni del sintomo e procedere alla cura più adeguata.

Quali malattie si possono associare all'ipoacusia?

Le malattie collegate all'ipoacusia sono:

  • Ittiosi
  • Labirintite
  • Meningite
  • Neuroma acustico
  • Otite
  • Palatoschisi
  • Parotite
  • Rosolia
  • Sifilide
  • Sindrome di Down
  • Sindrome di Ménière
  • Scarlattina
  • Tonsillite

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Ipoacusia, quando rivolgersi al proprio medico?

Quando l’ipoacusia è connessa a sintomi quali mal di testa, dolore, stanchezza o irrigidimento di una qualsiasi parte del corpo, sarà strettamente necessario consultare un medico.