Il rientro del capezzolo è una condizione per la quale il capezzolo si ritira su se stesso, modificando la normale posizione e l’aspetto originale. Ciò può accadere ad entrambi i seni. Importante non confondere tale sintomo con il cosiddetto capezzolo invertito, una condizione invece per cui il capezzolo rimane piatto, senza emergere dall’areola. In questo caso, il capezzolo può essere massaggiato e indotto a emergere. Le cause che provocano il rientro del capezzolo sono: ectasia duttale, senilità, tumore al seno, mastite, tumori e possibili perdite di siero e sangue.

Quali sono i rimedi contro il rientro del capezzolo?

Il rientro del capzzolo può essere trattato secondo la causa che l’ha originato. Se si tratta di un problema antiestetico, si potrà intervenire chirurgicamente, in tutti gli altri casi, si deve invece valutare il caso specifico e agirvi di conseguenza.

Quali malattie si possono associare a rientro del capezzolo?

Le malattie associate a rientro del capezzolo sono:

  • Tumore al seno
  • Ectasia duttale
  • Mastite

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo

Rentro del capezzolo, quando rivolgersi al proprio medico?

Se, ad accompagnare questo disturbo, vi fossero anche perdite di sangue o liquide, è necessario contattare al più presto uno specialista.