La dermatologia è il ramo della medicina che studia le patologie della pelle e di tutti gli annessi cutanei.

 

Di cosa si occupa il dermatologo?

Il dermatologo è un medico specializzato nella diagnosi, nella cura e nella prevenzione dei problemi della pelle, dei capelli e delle unghie che si manifestano in tutte le fasce di età.

 

Quali sono le affezioni cutanee di cui si occupa più frequentemente il dermatologo?

  • L'acne
  • Tutte le varie forme di dermatite ed eczema
  • Le infezioni fungine della pelle, delle unghie e del cuoio capelluto
  • La perdita dei capelli
  • La psoriasi
  • La rosacea
  • I tumori della pelle, che sono tra le neoplasie più diffuse
  • Le infezioni virali da Herpes zoster
  • La vitiligine

Quali sono le procedure maggiormente praticate dal dermatologo?

L'esame obiettivo, cioè l’osservazione diretta della cute, spesso è sufficiente per formulare una diagnosi e prescrivere il trattamento più adeguato in caso di affezioni minori, quali dermatiti, eczemi, orticarie, eritemi, micosi, verruche, psoriasi, ulcere. Le procedure diagnostiche e terapeutiche che il dermatologo pratica più frequentemente sono:

La biopsia cutanea che consiste nel prelievo di una porzione di cute interessata da una lesione ai fini dell’esame istologico;

Il peeling chimico, cioè un trattamento estetico che stimola, attraverso l’applicazione di una sostanza chimica sulla pelle, l’esfoliazione e il conseguente ricambio della pelle. Elimina le cellule danneggiate e degenerate, che vengono sostituite da cellule epidermiche normali. Tra le patologie e gli anestesismi che possono essere trattati con il peeling chimico ci sono le cicatrici dell’acne e le rughe superficiali;

La crioterapia dermatologica, letteralmente “terapia con il freddo”, è una particolare tecnica che sfrutta il principio del congelamento per correggere gli inestetismi cutanei superficiali quali le verruche e l’acne;

La dermoabrasione è un trattamento che consente di ridurre le cicatrici e le altre irregolarità della pelle eliminando lo strato più superficiale della cute;

L’asportazione dei nevi;

L’eliminazione definitiva dei peli superflui;

La chirurgia laser che serve per ridurre o eliminare molte imperfezioni della pelle, quali rughe, cicatrici e voglie e per cancellare i tatuaggi.

 

Quando ci si deve rivolgere a un dermatologo?

È opportuno consultare un dermatologo per tutti i problemi che interessano la cute e le mucose, i capelli e le unghie, indipendentemente dalle cause che li hanno scatenati. Se il disturbo è causato da una malattia internistica il dermatologo collaborerà con altri medici specialisti per una diagnosi mirata. Il ruolo del dermatologo è importante anche sul fronte della prevenzione, infatti, superati i trent’anni è consigliabile sottoporsi al controllo periodico dei nevi.