La medicina interna, una branca molto ampia della medicina, si occupa di diagnosticare e trattare patologie molto diverse e complesse, e le affronta dal punto di vista medico, contrapposto a quello più prettamente chirurgico.

 

Di cosa si occupa il medico internista?

Il medico internista assiste i pazienti affetti da disturbi epatologici, autoimmmuni, allergologici, gastroenterologici, reumatologici e di tutte le altre patologie appartenenti alla medicina generale e che non necessitano di un approccio chirurgico.

Il medito internista valuta lo stato di salute del paziente considerando sia gli aspetti fisici che quelli psicologici; analizza i sintomi ed il funzionamento di tutti gli organi per poi prescrivere eventuali analisi. Può infine elaborare una prima diagnosi, ed in caso venga riscontrata una patologia può prescrivere una terapia farmacologica o indirizzare verso uno specialista del settore più indicato.

 

Quali sono le patologie trattate più spesso dal medico internista?

Fra le patologie trattate dal medico internista troviamo:

    disturbi del fegato

    disturbi metabolici, ormonali e immunitari

    infezioni

    malattie cardiovascolari

    malattie che colpiscono i polmoni

    malattie dei reni

    patologie del sangue

    patologie gastrointestinali

    tumori

 

Quali sono le procedure più utilizzate dal medico internista?

Il medico internista raccoglie l'anamnesi ed esegue una visita medica obiettiva, valutando l'eventuale necessità di approfondimenti strumentali.

Le procedure più utilizzate da questo specialista includono:

    visita diabetologica

    visita endocrinologica

    visita gastroenteologica

    visita infettivologica

    visita internistica

    visita reumatologia

    Doppler

    ecografia

    emodialisi

    Holter pressorio

    spirometria

    test del glucosio

    test espiratorio lattosio-fruttosio

    UBT-Test

 

Quando chiedere un appuntamento con il medico internista?

L'appuntamento con il medico internista è consigliato quando si ha bisogno di una valutazione globale del proprio stato psicofisico. In genere il medico di base indirizza ad una visita internistica dopo aver già prescritto gli esami che possono essere utili allo specialista per elaborare una diagnosi.