L'ortopedia pediatrica è la branca dell'ortopedia che si occupa della diagnosi e della cura delle patologie e dei disturbi di interesse ortopedico che colpiscono bambini e ragazzi fino ai 18 anni.

 

Di cosa si occupa l'ortopedico pediatrico?

L'ortopedico pediatrico si occupa di diagnosticare e trattare i problemi che possono colpisce l’apparato muscoloscheletrico dei bambini e dei ragazzi, il cui organismo è ancora in fase di sviluppo. Per raggiungere i suoi obiettivi si avvale della consulenza di colleghi specializzati in altri settori della medicina, dal chirurgo ortopedico al fisiatra, passando per terapisti della riabilitazione, anestesisti e terapisti del dolore con competenze in ambito pediatrico.

 

Quali sono le patologie trattate dall'ortopedico pediatrico?

L'ortopedico pediatrico si occupa sia di malattie congenite che di problemi acquisiti. Si interessa inoltre della traumatologia dell'apparato muscoloscheletrico.

Fra le problematiche che sono più spesso affrontate sono incluse:

    scoliosi

    ginocchio varo

    metatarso varo

    deformità rotazionali

    mancata formazione congenita di segmenti muscoloscheletrici

    piede piatto

    piede cavo

    piede torto congenito

    paralisi cerebrale infantile

    ginocchio flesso

    spina bifida

    deformità degli arti inferiori dovute a neuropatie periferiche sensitivo-motorie

    lussazione dell'anca

    osteocondriti, ad esempio l'epifisiolisi dell'anca

    malformazioni congenite delle grandi articolazioni (ad esempio all'anca e al ginocchio)

    cisti ossee

    cisti aneurismatiche

    istiocitosi

    spondilolisi

    spondilolistesi

    ipercifosi

    displasia ossea

    eterometrie

    ipometrie

    ipoplasie

    artrogriposi

    deambulazione sulle punte dei piedi

   morbo di Blount

    deviazioni assiali degli arti

    osteogenesi imperfetta

    mielomeningocele

    disrafismi spinali

    pseudoartrosi congenite

    traumi

 

Quali sono le procedure più utilizzate dall'ortopedico pediatrico?

Le procedure più utilizzate dall'ortopedico pediatrico includono:

    ecografia neonatale delle anche

    uso di apparecchi gessati

    uso di corsetti

    uso di fissatori circolari o assiali

    terapia chirurgica della colonna vertebrale con accesso per via anteriore, posteriore o combinato

    trazioni craniche

    Protocollo di Ponseti per la terapia del piede torto congenito

    diatermocoagulazione con radiofrequenze

    inoculo di tossina botulinica

    fisioterapia

 

Quando chiedere un appuntamento con l'ortopedico pediatrico?

È consigliato effettuare un’ecografia dell’anca entro i 3 mesi di vita del bambino. Questo esame è l’occasione per una visita ortopedica completa, con lo scopo di diagnosticare precocemente eventuali altre patologie o disturbi dell’apparato muscoloscheletrico.

È poi importante rivolgersi all’ortopedico ogni volta che la posizione di piedi, ginocchia e colonna vertebrale risulti non corretta, costituendo una possibile spia della presenza di problemi muscoloscheletrici.